I rudimentali razzi di Hamas hanno prodotto poche decine di vittime dal 2000 ad oggi. I bombardamenti israeliani ne hanno provocate diverse centinaia, senza contare feriti e profughi

Bologna
08:00 del 09/12/2017
Scritto da Gregorio

L'odio islamico per gli ebrei è nato proprio per l'imposizione, da parte dell'occidente, della rinascita di uno stato ebraico in una terra che,oramai, non era più soltanto ebraica. E poi, pensiamo che i palestinesi non abbiano bisogno di propaganda per odiare Israele, dato che ci pensa lo stesso governo di Tel Aviv a farsi cattiva pubblicità con occupazioni illegali, creazione di colonie dove non dovrebbero esserci, declassamento dei palestinesi a cittadini di serie b, e così via... e come ciliegina sulla torta, la completa indifferenza ad ogni risoluzione dell'ONU e l'occupazione di una città che, per via di queste problematiche, è stata dichiarata territorio neutrale e divisa tra palestinesi ed ebrei, cosa che però non è stata rispettata dato che nel 67 Israele ha occupato tutta Gerusalemme, in barba ai trattati internazionali. Questa volta, Israele non avrà l'appoggio del mondo, perché stavolta l'ha fatta proprio grossa

Gli Americani non possono fare a meno di scatenare guerre. E' un'esigenza vitale per dare ossigeno ad un'economia altrimenti stagnante, che vive sulla circolazione di banconote carta-straccia. Una ne fanno e cento ne pensano.


Dopo aver provocato invano la Russia con le sanzioni economiche, circondandola di decine e decine di basi militari e aver portato a segno il colpo di stato in Ucraina, e aver provato a fare bau-bau alla Corea del Nord, che ovviamente ha diritto a fare tutti i test nucleari di questo mondo, come li fanno gli altri, soprattutto perché gli USA gli hanno sempre negato un trattato di pace, adesso vanno a mettere il dito nella piaga più purulenta del mondo contemporaneo: la politica imperialista e annessionistica di Israele. Ma stavolta non troveranno altri disposti a combattere per loro guerre convenzionali ed il rischio della guerra finale è in agguato. Ma loro non ci arrivano, credono sempre di avere a che fare con i nativi d'America.

Ma è davvero scandaloso che bisogna sollevare un'intifada, sì una rivolta sanguinosa, in cui poi le vittime sono ancora palestinesi, per il semplice riconoscimento d'un dato storico e fattuale, attuale da più di mezzo secolo: Gerusalemme è la capitale dello Stato d'Israele. E' da condannare chi in Palestina aizza tanti giovani a commettere violenze, ed a pagarne a volte anche le conseguenze. Colpevole è Hamas che incita alla violenza politrca ed all'odio religioso e razziale, e colpevoli questa volta sono anche Abu Mazen e l'Autorità palestinese, che poi non hanno alcun'autorità sui palestinesi, se non quella d'incitarli ad una ribellione insensata! Colpevoli sono in particolare i fanatici islamici di tutto il mondo musulmano, che gettano benzina sul fuoco storico e religioso secolare dei maomettani, e soffiano sull'avversione politica ed umana contro i non musulmani, gli occidentali, e soprattutto gli americani e gl'israeliani! Adesso anche il diritto e la facoltà d'uno Stato libero e sovrano di riconoscere pubblicamente la capitale ufficiale di un altro Stato, e di stabilirvi conseguentemente la sua ambasciata, sono ora sottomessi alla volontà ed alla prevaricazione dei tanti fanatici maomettani di tutto il mondo! Che poi i loro interessi non hanno nulla a che vedere con i diritti dei palestinesi, no. Anzi l'ideologia estremistica islamica danneggia soltanto gl'interessi dei palestinesi, i quali divergono interamente dai primi! Nessuna soluzione politica con la violenza, no


Articolo letto: 413 volte
Categorie: , Cronaca, Denunce, Esteri


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook