Certo che se entrare nelle istituzioni è un vantaggio per gli INETTI che non hanno futuro nel mondo reale, ce ne ritroveremo sempre delle vagonate dentro e con essi tutto quello che ne consegue.

Roma
08:00 del 15/02/2017
Scritto da Luca

Certo che se entrare nelle istituzioni è un vantaggio per gli INETTI che non hanno futuro nel mondo reale, ce ne ritroveremo sempre delle vagonate dentro e con essi tutto quello che ne consegue.

Le regole andrebbero cambiate, applicare alcune di quelle dei 5S ad esempio, il limite di mandato terrebbe fuorti quelli che con la politica ci vorrebbero campare, consentirebbe un ricambio con l'apporto di nuove idee.
Tagliare i compensi, togliere bonus, benefit,pensioni assurde , accumulo delle cariche e relativi stipendi...insomma mondare la politica dal DENARO che, come giustamente fa lo sterco del diavolo, attira solamente dei gran mosconi.
Le lobby andrebbero tenute sotto controllo per evitare che a suon di mazzette arrivino ad anteporre i loro miseri interessi a quelli del popolo e del paese.
I politici dovrebbero riferire sul loro lavoro SEMPRE perchè il popolo deve sapere cosa stanno combinando i loro dipendenti.
Occorre TRASPARENZA assoluta, questi infami se solo si accorgono che qualcuno stà avvicinandosi a qualche verità sul loro operato come minimo gli mettono il segreto di stato.
Si deve cambiare, radicalmente, solo che sono proprio quelli che dovrebbero agire per il cambiamento che sarebbero i primi ad esserne colpiti, quindi per ora non c'è speranza.


Tra le ragioni per cui Matteo Renzi ha sostenuto che si debba tornare subito al voto, c’è il fatto che a settembre scatterà il diritto al vitalizio per circa due terzi degli attuali parlamentari. Non è un problema che riguarda i big della politica italiana, né buona parte dei membri del governo in carica: fortunatamente per loro – come racconta Orgoglio e vitalizio (Paper First, in edicola con il Fatto e in libreria da giovedì), di cui pubblichiamo alcuni stralci – il vitalizio lo hanno già ampiamente maturato.

Hai voglia a dire che “i vitalizi non ci sono più”. Lo ha sostenuto, fra gli altri, anche Rosy Bindi (Pd), politica di lungo corso e presidente della commissione parlamentare Antimafia, a Piazzapulita su La7 del 15 dicembre 2016. Ma è davvero così? Manco per niente. Il nuovo sistema di calcolo della pensione dei parlamentari (circa 200 euro lordi per ciascuno dei cinque anni della legislatura) è passato dai principi varati agli inizi degli anni Cinquanta al contributivo pro rata dopo l’entrata in vigore della riforma scattata il 1° gennaio 2012. Ma a parte i nuovi eletti alla tornata delle Politiche del 24 e 25 febbraio 2013, a cominciare dall’intera pattuglia di deputati e senatori del Movimento 5 Stelle – che rischiano di restare a bocca asciutta se la legislatura non dovesse arrivare almeno a metà settembre 2017 mentre incasseranno circa mille euro lordi se supereranno questo scoglio – la maggior parte degli onorevoli e dei senatori che attualmente siedono in Parlamento stanno maturando un vitalizio frutto per gran parte del vantaggiosissimo vecchio sistema. E che vitalizio!

La generosa eredità del vecchio sistema


Articolo letto: 270 volte
Categorie: , Economia, Politica


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi del vitalizio dei nostri parlamentari?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Paolo

15/02/2017 11:03:21
Ma siccome il vitalizio dei parlamentari nel nostro paese e sempre stato mal gestito dai politici italiani cosa faranno di nuovo per l'italia metteranno altre tasse .
6

Concetta

15/02/2017 10:36:13
Siccome il vitalizio non discende direttamente dalle disposizioni dello Spirito Santo,se la gente,oltre solo a lamentarsi ,alle urne fa la scelta coerente col mugugno,tale privilegio,e tanti altri,potranno essere ritirati con effetto retroattivo.
5

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook