Quanto accaduto in Italia in tema di lavoro é indegno di un paese civile.

Torino
09:20 del 03/01/2018
Scritto da Carmine

Quanto accaduto in Italia in tema di lavoro é indegno di un paese civile. In questi ultimi decenni, nessun paese del mondo cosiddetto occidentale ha conosciuto la cancellazione di diritti, tutele e garanzie perpetrata ai danni dei cittadini soprattutto di quelli giovani.

Una classe dirigente esecrabile e biasimevole ha gettato le basi per un futuro di povertà. Ormai non si può più parlare di incertezze o timori. Ormai si ha quasi la certezza assoluta che le nuove generazioni troveranno davanti a loro un non futuro a meno che, già a cominciare dalle prossime elezioni, i cittadini italiani non decidano di invertire la rotta, cominciando a mandare a casa la classe politica che, di concerto con quella imprenditoriale, ha minato nelle sue fondamenta i valori e i requisiti minimi che danno senso ad una società normale. Siamo ancora in tempo. Ricordiamocene il 4 Marzo.

La triste realtà è che - per colpa dell'iperprotettività delle famiglie, delle bubbole di sindacati rimasti al Paleolitico, della scempiaggine dei "lavori che gli italiani non vogliono fare ed altre amenità - abbiamo creato parte di una generazione che non solo non sa far NIENTE che abbia una qualche utilità ma non è neanche disposta a sbattersi ed imparare a far qualcosa. È ovvio che con questo materiale umano anche i migliori progetti di avviamento al lavoro non servirebbero a nulla.


Vorrà dire che questi bamboccioni continueranno a vivere a spese dei genitori - e questo è GIUSTO, visto che li hanno allevati loro così. Poi, se e quando capiranno come gira il mondo, qualche posto da colf, badante, cameriere low level, rider di fast food, etc. potranno anche trovarlo. Nel frattempo quelle/i, magari non capaci di lavori specialistici, ma volonterosi e flessibili, si saranno presi tutti i posti migliori di operaio generico, magazziniere, commessa, etc.

Questa "Garanzia Giovani" era uno dei risultati che sbandierava orgolgiosamente Letta Enrico, uno degli insulsi premier piddini succedutisi in questi tristi anni di recessione/stagnazione. Le politiche per il lavoro giovanile si erano limitate a questa altra euro-farsa, che come tutte le iniziative europee non finanziarie/normative, non ha prodotto alcun risultato, anzi se non si faceva era pure meglio. Poi venne renzi con job act, anche questo ordinato dall'Europa per la "svalutazione competitiva del lavoro", ed altre priorità (clandestini da importare). Risultato: l'emigrazione è diventata l'opzione principale del giovane italiano che ha voglia di lavorare. Un altro risultato grandioso (forse il più rilevante per quello che riguarda il futuro) di 6 anni di governo dell'immondo PD.

“Offerte di lavoro mascherate da stage” – Il problema è che i tirocini offerti, secondo i ragazzi iscritti al programma, sono spesso lavori a bassa specializzazione “mascherati” da stage. Sulle pagine Facebook attivate dalle Regioni, che sono gli enti responsabili di tradurre in pratica il piano nazionale facendo da raccordo con i Centri per l’impiego, si trova di tutto. Nella stragrande maggioranza dei casi l’offerta è per corsi di formazione gratuiti e, ovviamente, tirocini (anche in altri Paesi europei). In Sicilia vanno fortissimo i “corsi di europrogettazione“, ovvero la formazione necessaria per scrivere e presentare progetti europei, in Campania ce ne sono per acconciatori, barman e addetti alla logistica, in Toscana per “operatore agricolo“, addetto al giardinaggio e sarto. InVeneto si va da quello per chi vuol fare il graphic designer al percorso per aspirante banconiere di prodotti alimentari freschi: 80 ore di formazione e 320 di stage.


Articolo letto: 347 volte
Categorie: , Denunce, Economia, Lavoro


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook