ANTEPRIMA FOOTBALL MANAGER 2020 - Football Manager 2020, come i suoi predecessori e i suoi seguiti, ha la propria teca da santificare davanti a cui si inginocchieranno migliaia di fan sparsi per tutto il mondo, un’opera che ha trasceso i confini virtuali per elevarsi a vera e propria religione.

Matera
05:30 del 30/10/2019
Scritto da Samuele

ANTEPRIMA FOOTBALL MANAGER 2020 - Football Manager 2020, come i suoi predecessori e i suoi seguiti, ha la propria teca da santificare davanti a cui si inginocchieranno migliaia di fan sparsi per tutto il mondo, un’opera che ha trasceso i confini virtuali per elevarsi a vera e propria religione. Proprio per questo motivo ogni anno le aspettative si alzano di mezzo gradino, in un’attesa che il team britannico deve soddisfare migliorando sempre il suo gestionale calcistico.


ANTEPRIMA FOOTBALL MANAGER 2020 - In questo Football Manager 2020 si respira un’aria di freschezza, accompagnata naturalmente da una tradizione che affonda le sue radici in una preistoria videoludica. La principale introduzione è la pianificazione a lungo termine, una modifica che va ben oltre alla schermata iniziale in cui la dirigenza presenta i traguardi stagionali e quelli da raggiungere entro cinque anni. Ogni team ha i suoi obiettivi e il suo stile, differenze che caratterizzano in modo netto l’esperienza sulle varie panchine. Le direttive dirigenziali funzionano alla stregua di missioni – in senso molto ampio – da seguire, sia in campo che in materia finanziaria.

Al termine di ogni stagione dovremo discutere con i vertici societari i risultati ottenuti e pianificare di conseguenza gli obiettivi delle stagioni successive. Se non saremo in grado di soddisfare le esigenze della dirigenza o più semplicemente faremo registrare prestazioni al di sotto delle performance richieste, verremo liquidati senza pietà.


ANTEPRIMA FOOTBALL MANAGER 2020 - La discussione non sarà - per nostra fortuna - a senso unico e potremo avanzare delle controproposte. Ad esempio, nei panni del manager dei Citizens, il board societario si aspetterà come minimo di lottare per i primi posti della Premier League e per arrivare fino in fondo alla Champions League. La società metterà a disposizione del Pep Guardiola di turno centinaia di milioni di sterline per costruire la propria squadra ideale, per comprare nelle boutique più costose d'Europa i talenti più ambiti e pregiati.

Allenando una compagine come il Barcellona, oltre a contrastare le solite merengues di Madrid e a primeggiare nella Champions o Liga, dovremo sviluppare anche la cantera, come da tradizione dei blaugrana. Se scegliamo di riportare il Milan nel calcio che conta dovremo prestare attenzione ai repentini cambiamenti societari: con un nuovo presidente/amministratore delegato cambieranno di conseguenza anche gli obiettivi da raggiungere. Insomma, la sfida si annuncia ancor più difficile e interessante rispetto al recente passato.


Articolo letto: 856 volte
Categorie: , Videogames


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook