I tifosi del Milan non lo vogliono più e anche Cesare Prandelli si pone la domanda: serve davvero all’Italia una punta come Balotelli o è meglio puntare su un usato sicuro come Toni?

Milano
13:50 del 17/03/2014
Scritto da Albertone

I fischi della tifoseria rossonera e la perplessità dei mass media sono due indizi che portano in un’unica direzione: Mario Balotelli non è più sicuro di andare al Mondiale. In parte lo ha confermato una decina di giorni fa anche Cesare Prandelli, ribadendo che l’unico sicuro del posto è il capitano Gigi Buffon. Per tutti gli altri, deciderà la condizione fisica e mentale delle prossime settimane.
Certo è che la situazione del Milan non giova alle quotazioni dell’attaccante, ritenuto inamovibile nello scacchiere azzurro al fianco di Pepito Rossi. Nemmeno le 11 reti in campionato (non tutte con palla in movimento) bastano per giustificare la stagione di SuperMario, altalenante come di consueto, mai incisivo nelle partite che contano veramente, apparso al di sotto della media in Champions dove non ha mai saputo decidere per davvero le partite. Così, per un Mario Balotelli in forse, è normale che si riapra il toto-attaccanti in vista del mondiale in Brasile. Su tutti spunta con sempre maggiore insistenza il nome dell’usurato sicuro di Luca Toni, già campione del mondo con Marcello Lippi. Il bomber a Verona ha ritrovato l’elisir dell’eterna giovinezza, inanellando gol e prestazioni, tanto da spingere Andrea Mandorlini a candidarlo per un posto in rosa. Toni, con malizia e umiltà, ha risposto che lui per il momento non ha prenotato le vacanze estive.
Attenzione anche a Pablo Osvaldo, tornato appositamente dal campionato inglese per poter essere osservato con maggiore frequenza dalla dirigenza azzurra. Osvaldo nella Juventus non ha il posto da titolare, sta brillando in Europa League e ha mostrato una condizione invidiabile. Ma i sei mesi opachi in Premier League non sono facili da far dimenticare.
Attenzione poi a Alberto Gilardino, un altro di quelli che con la Nazionale hanno un rapporto speciale: al Genoa la punta ex Parma e Milan sta segnando con invidiabile continuità, mostrandosi per il bomber d’area infallibile quale è. Sull’aereo che partirà per il Sud America, la sua presenza è quasi certa. Vorrebbe giocarsela anche Amauri, che non a caso ha avuto un ruolo speciale nella gara che il Parma di Roberto Donadoni ha vinto a San Siro contro il Milan. E nei rossoneri anche Giampaolo Pazzini vorrebbe giocarsi le proprie chances, ben sapendo che l’unico modo è quello di soffiare il posto di titolare proprio a Balotelli.
Il bad boy ha d’altronde bisogno di andare al Mondiale per continuare ad avere mercato internazionale: dopo aver sprecato tutto col Manchester City ed essersi giocato le occasioni con Milan e Inter, non è escluso che nella prossima stagione non lo si possa vedere con una maglia inglese, magari quella del Chelsea di Mourinho. Ma per far questo, Balotelli ha bisogno di andare in Brasile. Un epilogo che a sorpresa non è più così scontato…  


Articolo letto: 2649 volte
Categorie: Calcio


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook