Fanno la morale agli studenti, quando i professori sono i primi ad assentarsi! | L’analisi sull’istruzione di Italiano Sveglia

Rimini
10:43 del 11/02/2015
Scritto da Gerardo

Assenteismo scolastico: la vergogna continua. Studenti che sono costretti a stare per 2/3 ore scoperti perché i loro insegnanti sono ingiustificatamente assenti. Fino ad una ventina di anni fa non si faceva nessun caso all’assenteismo scolastico. Non si raccoglievano nemmeno le informazioni al riguardo e non se ne sapeva nulla. In talune amministrazioni scolastiche, quando si poneva la domanda sulla proporzione degli assenteisti, si rispondeva che l’assenteismo non esisteva perché era proibito dalla legge. Occuparsi d’assenteismo era una fanfaronata.

Fanno la morale agli studenti che marinano la scuola, quando i professori sono i primi ad assentarsi ogni settimana. Non esiste ancora una definizione internazionale comparabile dell’assenteismo scolastico e nemmeno un’analisi delle ragioni che inducono gli studenti a non andare a scuola, ossia a marinare la scuola, ma si ammette sempre più che l’assenteismo esiste, anche se spesso non in proporzioni elevate.

Ecco un problema ignorato dai sistemi scolastici fino a una ventina d’anni fa quando i ministeri dell’educazione dichiaravano spudoratamente alle organizzazioni internazionali che siccome esiste l’obbligo scolastico l’assenteismo non c’è. Nel 1990, nella maggior parte dei sistemi scolastici non esistevano dati statistici sul fenomeno. Le autorità scolastiche, organizzazioni sindacali comprese, ne negavano la presenza e l’importanza facendo valere l’obbligo di andare a scuola.

La musica è cambiata a furia di insistere sulla responsabilità delle scuole (accountability), che è stata contestata fin che si è potuto da coloro che preferiscono la Politica dello struzzo e delle dichiarazioni pompose sulla funzione educativa della scuola. Le indagini internazionali comparate sui risultati scolastici hanno evidenziato il divario crescente tra il profitto scolastico degli allievi poveri e quello degli allievi provenienti dai ceti benestanti o dalle famiglie degli insegnanti e hanno innestato una serie di riforme scolastiche miranti a non lasciare in dietro nessun studente.


Articolo letto: 879 volte
Categorie: Cultura, Editoria, Sociale


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi dei professori italiani?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Gennaro

11/02/2015 11:07:21
Io sono alle superiori e non ho un buon parere su certi miei insegnanti. Secondo me dovrebbero essere selezionati, perchè alcuni non sono fatti per insegnare, non gliene frega niente di trasmettere quello che sanno a noi ragazzi. Altri non lo sanno proprio fare o non ne hanno voglia, vengono al lavoro solo x guadagnarsi la paga mensile.
6

Carmine

11/02/2015 11:07:08
Secondo me dipende tutto dai professori di cui si parla....xkè ce ne sn alcuni ke sn proprio...diciamo "ingiusti" e poco graziosi nei confronti degli alunni....altri ke sono quasi come dei 2i genitori, xkè ti vogliono bn e comprendono i tuoi problemi, xò mantenendo sempre un rapporto di cortesia xkè quando parli con un prof nn parli cn tuo frateXD xò se instauri un buon rapporto cn loro allora un po' tutti sono cordiali...apaarte casi estremi.. cmq, in generale, dipende tutto dai ognuno di loro xkè nn c'è un modello preciso di prof quindi nn ti posso dire cm sn in generale
6

Mario

11/02/2015 11:06:29
Ci sono professori e professori... ad esempio ci sono professori veramente capaci e competenti, tanto che, arrivi ad ammirarli, ke sono gentili, sempre pazienti, non urlano o almeno lo fanno solo in casi di necessità,ke quando pongono un'obbiettivo devono raggiungerlo a tutti i costi, ke solo a parlare con loro ti trema quasi lo stomaco xkè pensi quanto una persona possa essere tanto intaligente quanto competente...ce ne sono di questi professori, certo a volte sono anke questi ke ti fanno venire una rabbia
7

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook