Le chiazze di muffa sono abbastanza sgradevoli da guardare. Detto ciò, la muffa non sempre è visibile e può anche crescere in luoghi dove non si vede, come, ad esempio, sotto le assi del pavimento

Milano
05:00 del 04/07/2018
Scritto da Gregorio

La muffa si può trovare ovunque. Si tratta di un fungo che cresce sia all’interno che all’esterno, se le condizioni ambientali ne favoriscono la crescita. Nelle case, la muffa cresce di solito in luoghi umidi, come nei bagni e nelle cantine, ma può svilupparsi in qualsiasi stanza dove ci siano alti livelli di umidità.

Le chiazze di muffa sono abbastanza sgradevoli da guardare. Detto ciò, la muffa non sempre è visibile e può anche crescere in luoghi dove non si vede, come, ad esempio, sotto le assi del pavimento. Oltre all’aspetto sgradevole, la muffa può anche avere effetti nocivi sulla salute.

L’esposizione alla muffa non produce sistematicamente dei sintomi. Alcune muffe sono considerate innocue (come quelle utilizzate nell’industria alimentare) e la muffa richiede determinate condizioni per emettere tossine. La gravità dei sintomi causati dall’esposizione alle muffe varia da persona a persona e chi ha un’allergia alla muffa, l’asma o altre malattie dell’apparato respiratorio, presenta manifestazioni peggiori.

Di seguito riportiamo l’elenco dei sintomi che possono essere causati dall’esposizione alla muffa:

Avere gli occhi irritati dall’esposizione alle muffe, è comune nelle allergie. Se si è esposti alla muffa, gli occhi potrebbero diventare pruriginosi, rossi e lacrimosi.

In alcuni, l’esposizione alla muffa può portare secchezza, irritazione e prurito della pelle. Può anche aggravare certe patologie cutanee già presenti, come nel caso dell’eczema.

Il gocciolamento rinofaringeo avviene quando il muco in eccesso scorre dalla parte posteriore del naso lungo la gola, causando dolore. In alcuni, essere esposti a muffe può causare questo sintomo.

L’esposizione alle muffe può scatenare la tosse anche nelle persone sane che non soffrono di allergia e/o asma.

Avere il respiro corto è un sintomo particolarmente grave per le persone che sono affette da asma. Alcuni studi collegano anche l’esposizione alla muffa allo sviluppo di questa patologia.

Essere stanchi è un sintomo non specifico che può essere causato da un’ampia varietà di condizioni. L’esposizione costante alla muffa può portare le persone a sentirsi stanche senza motivi apparenti.

Il mal di testa è un sintomo meno comune dell’esposizione alla muffa.  Chi soffre di emicrania potrebbe individuare nella muffa uno dei fattori scatenanti.

Se pensate di avere sintomi da esposizione, controllate gli ambienti per accertarvi della presenza di muffa. Poiché non è sempre visibile, potrebbe essere necessario far controllare la propria casa da uno specialista.

Il CDC ha fornito alcune raccomandazioni su come tenere sotto controllo la muffa.

Da: QUI


Articolo letto: 205 volte
Categorie: , Guide, Salute, Scienze


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook