Si chiama "assemblaggio" ed è il trucchetto di Equitalia per provare ad incassare più soldi del dovuto

Napoli
10:15 del 19/10/2015
Scritto da Gerardo

Si chiama "assemblaggio" ed è il trucchetto di Equitalia per provare ad incassare più soldi del dovuto. È stata la Cassazione a smontarlo, dichiarando che un debito non è esigibile all'infinito perché altrimenti i tassi d'interesse diventerebbero insostenibili. Ed è proprio sugli interessiche Equitalia lucrava, "gonfiando" le sue cartelle. Come ricorda il Giorno, negli ultimi mesi ad alcune migliaia di contribuenti sono arrivate a casa alcune cartelle con richiesta di pagamento di vecchi debiti, risalenti anche al 2003-2004. Piccole multe, canoni Rai evasi, spesso e volentieri tutte cartelle già pagate, magari a rate. Equitalia, insomma, "ci prova". 

Il condono aggirato - Eppure nel 2015 è stato varato un condono per le cartelle inferiori a 300 euro. Ed Equitalia cosa fa? Accorpa quelle cartelle "bagatellari" per superare il limite di 300 euro e dribblare il tetto del condono, puntando peraltro su importi moltiplicati da anni e anni di interessi arretrati.  Secondo Federconsumatori, a pagare lo scotto di questa battaglia all'evasore senza esclusione di colpi sono piccoli imprenditori, commercianti, pensionati, lavoratori dipendenti. 


Articolo letto: 1141 volte
Categorie: Denunce, Economia


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi di Equitalia?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Giovanni

19/10/2015 10:19:36
Cosa ci sia di "equo" in Equitalia, bisognerebbe che qualcuno si impegnasse a spiegarlo in modo convincente.
3

Ricerche correlate

Fisco - Equitalia - Economia - Interessi -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook