Altra assoluzione in vista, altra inchiesta fuffa, altri soldi dei contribuenti sprecati nel vano tentativo di stroncare la carriera di una persona perbene. Cose già viste tante volte.

Salerno
07:00 del 29/10/2016
Scritto da Samuele

Altra assoluzione in vista, altra inchiesta fuffa, altri soldi dei contribuenti sprecati nel vano tentativo di stroncare la carriera di una persona perbene. Cose già viste tante volte.

De Luca non poteva nemmeno candidarsi e se ne deve andare. Ma immaginiamo se ad essere rinviata a giudizio con queste accuse fosse stata la Raggi!La notizia sarebbe in tutte le prime pagine e i media non starebbero parlando d'altro con la raffica di dichiarazioni da parte degli esponenti del PD di Renzi e Verdini

Nuovo processo per Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania. Il Gup del Tribunale di Salerno, Pietro Indimineo, lo ha rinviato a giudizio per una vicenda riguardante il passato incarico di sindaco della città. L’accusa è di falso in atto pubblico nell’ambito dell’inchiesta sui lavori di piazza della Libertà. Con lui il gup ha mandato a giudizio altre 26 persone, tra cui i componenti della giunta comunale di Salerno nel 2010, imprenditori e tecnici comunali.


Piazza Libertà, opera di riqualificazione urbanistica della zona di Santa Teresa del valore di 8 milioni di euro, era considerata il fiore all’occhiello dell’amministrazione De Luca. La variante finita nel mirino dei pm fu approvata – ufficialmente – per un imprevisto geologico emerso in corso d’opera – ossia una falda acquifera risultata più alta del previsto – che rappresentava un ostacolo alla prosecuzione dell’opera nella zona della spiaggia di Santa Teresa. Ma per la Procura di Salerno la variante si sarebbe resa necessaria per mettere riparo a un errore commesso in fase di progettazione. Un errore il cui costo sarebbe stato così, secondo la tesi degli investigatori, accollato ai contribuenti. Un’ipotesi investigativa però sempre fermamente respinta dagli indagati. A segnalare i rischi idrogeologici connessi all’opera erano stati fra gli altri i comitati ambientalisti.


Articolo letto: 377 volte
Categorie: Denunce, Politica


Domanda Rank Italia
Esprimi un tuo parere dell'ennesimo processo su Vincenzo De Luca!
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Gaudenzio

29/10/2016 09:36:09
Se vi è errore di progettazione, il progettista è chiamato a pagare solamente gli eventuali danni subiti dall'impresa per i ritardi o dall'ente appaltante. Le maggiori opere che sarebbero state necessarie, lo sarebbero state comunque se il progetto fosse stato eseguito correttamente per cui sono comunque a carico di chi ha finanziato l'opera. Da questo punto di vista la collettività non ha subito alcun danno.
6

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook