Editoria: sequestro pari a 20 milioni per Angelucci. Indagato Antonio Angelucci per finanziamenti illecitamente percepiti.

Roma
11:42 del 27/06/2013
Scritto da Samuele

E' in corso proprio in queste ore un sequestro di beni per un valore pari a 20 milioni di euro riconducibili alla famiglia Angelucci. Il provvedimento e' stato firmato dal gip di Roma su richiesta della Procura. La vicenda e' relativa ai contributi per l'editoria illecitamente percepiti per i giornali Libero e il Riformista. Il deputato del Pdl Antonio Angelucci risulta ora indagato. I reati ipotizzati nei suoi confronti sono falso e truffa aggravata. I contributi pubblici sarebbero stati percepiti indebitamente nel 2006 e 2007.


Articolo letto: 2052 volte
Categorie: Cronaca, Editoria


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Marco

27/06/2013 18:53:08
Molto spesso questa gente si butta nei giornali solamente per prendersi i soldi dei contributi statali, non è certamente questo il primo caso del genere e ne ho vissuto uno anche per esperienza diretta. Alla fine però di questi processi difficilmente si arriva alla verità, e le lungaggini del nostro iter giudiziario spesso portano a prescrizioni davvero ingiuste. E i soldi presi indebitamente rimangono in mano loro...
0

Albertone

27/06/2013 17:16:16
Alla luce di questa notizia, verrebbe da dire che ha ragione chi invoca a gran voce e da lungo tempo l'azzeramento dei contributi statali ai giornali. Ma, se così avvenisse, non si andrebbe contro l'articolo 21 della costituzione italiana? E, al tempo stesso, come fare per esser certi che i nostri soldi servano per la libertà di stampa?
0

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook