Come non pagare le rate del mutuo senza violare la legge. Le possibilità ci sono e come riporta il sito di Adnkronos, citando gli esperti di informazione giuridica di Laleggepertutti.it, a indicarle sono state alcune sentenze.

Milano
06:00 del 31/07/2017
Scritto da Luca

Come non pagare le rate del mutuo senza violare la legge. Le possibilità ci sono e come riporta il sito di Adnkronos, citando gli esperti di informazione giuridica di Laleggepertutti.it, a indicarle sono state alcune sentenze.

Se gli interessi sul mutuo hanno superato la soglia dell'usura - si legge sul portale - il correntista è tenuto a restituire alla banca solo il capitale. Ciò vale, secondo quanto stabilito dal Tribunale di Viterbo, anche se ad essere usurari sono i soli interessi di mora e non quelli corrispettivi. "La legge sull'usura - spiegano gli esperti - stabilisce che sono usurari gli interessi che superano del 50% il tasso medio, determinato con decreto del Ministero del Tesoro ogni tre mesi. Il tasso varia a seconda del tipo di operazione con la quale viene concesso il credito. Dunque, non esiste un unico tasso usurario per tutte le operazioni di prestito, ma esistono diversi tassi a seconda delle modalità con cui il finanziamento viene concesso. Ad esempio, il tasso medio dal 1° ottobre fino al 31 dicembre 2002, per un credito personale, ammontava al 10,45%; dunque, per tale tipo di operazione e nel periodo anzidetto, il tasso usurario era quello superiore al 15,67%".


Non si parla però solo di interessi. Una recente sentenza del Tribunale di Cuneo "ha dichiarato nullo il contratto di mutuo e di fideiussione, con riferimento a uno solo dei due cointestatari (marito e moglie) perché non riportava la firma di quest'ultimo. In buona sostanza, il mutuo – così come tutti i contratti stipulati con la banca – deve essere obbligatoriamente scritto. Ovviamente la forma scritta non ha senso se, insieme ad essa, non ci sono anche le firme delle parti. Ora, se anche la giurisprudenza ha ritenuto che la firma della banca non sia necessaria se è quest'ultima a produrre il contratto in causa, della firma del mutuatario invece non se ne può fare assolutamente a meno".

Da: QUI


Articolo letto: 215 volte
Categorie: , Economia, Finanza, Guide


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook