Pietro Raccagni fu aggredito da 4 clandestini di origine albanese da lui sorpresi a rubargli in casa Pontoglio, morì dopo 11 giorni in ospedale.Da quel giorno lo Stato è sparito, invece in altre circostanze…..

Firenze
07:20 del 30/09/2016
Scritto da Sasha

Pietro Raccagni fu aggredito da 4 clandestini di origine albanese da lui sorpresi a rubargli in casa Pontoglio, morì dopo 11 giorni in ospedale.Da quel giorno lo Stato è sparito, invece in altre circostanze…..

Era la notte tra il 7 e l’8 luglio 2014. Federica ha un ricordo nitido di quel che accadde in una manciata di minuti sotto i suoi occhi. Pietro era rincasato e aveva sentito dei rumori provenire dall’abitazione. Sorpresi in flagranza, i banditi cercarono di scappare. Una volta in garage tentarono di rubare la Mercedes del 53enne. L’uomo si oppose, rimediando un colpo di bottiglia in testa. Cadde, picchiò il capo sul cemento della rampa d’accesso al box, entrò in coma e morì undici giorni dopo in ospedale.

Dopo questo episodio il Governo italiano non mosse un dito per mostrare solidarietà nei confronti della donna, forse per non rendere troppo pubblica la notizia, per non schierarsi da alcuna parte, forse perchè gli aggressori sono clandestini?


Al contrario di un altro episodio, quando il nigeriano Emmanuel Chidi Namdi è stato massacrato da un ragazzo italiano a Fermo, nelle Marche il 5 luglio scorso. In questo caso le istituzioni non sono mancate all’ appello, le più alte cariche dello Stato sono state vicine alla vedova di Emmanuel, cosa che avrebbero dovuto fare anche per la vedova di Pietro Raccagni. Ed è proprio questo che rivendica la donna:<

Io dal Governo tutte queste attenzioni non le ho avute.Si parla di discriminazione razziale, penso di averla avuta io la discriminazione razziale, perchè ci sono vedove di serie A e vedove di serie B, vittime di serie A e vittime di serie B.

Mio marito era una persona onesta, un padre esemplare, un marito esemplare, un cittadino onesto che ha sempre pagato le tasse e che ha contribuito a far crescere l’ Italia.
Un uomo giusto che non ha ricevuto tutte queste attenzioni dal Governo, nonostante io abbia fatto di tutto in questi 2 anni per sensibilizzarlo. Sto combattendo, sto portando avanti una battaglia per la certezza della pena e per la legalità, ma non sono stata tutelata prima e non lo sono adesso>>

http://misteri.newsbella.it/ecco-come-lo-stato-discrimina-gli-italiani-a-vantaggio-degli-immigrati-parla-la-vedova-di-pietro-raccagni-video/


Articolo letto: 1320 volte
Categorie: Cronaca, Denunce, Sociale


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi dell'immigrazione?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook