IL LATTE FA DAVVERO BENE? LE PUBBLICITÀ CHE INVITANO A BERE IL LATTE PER OTTENERE MOLTI BENEFICI PER LA SALUTE SONO STATE VALIDATE SCIENTIFICAMENTE? ECCO COME IL BUSINESS DELLE MULTINAZIONALI DEL LATTE HA INVENTATO CHE IL LATTE FA BENE

Torino
12:00 del 19/02/2017
Scritto da Luca

IL LATTE FA DAVVERO BENE? LE PUBBLICITÀ CHE INVITANO A BERE IL LATTE PER OTTENERE MOLTI BENEFICI PER LA SALUTE SONO STATE VALIDATE SCIENTIFICAMENTE? ECCO COME IL BUSINESS DELLE MULTINAZIONALI DEL LATTE HA INVENTATO CHE IL LATTE FA BENE

Dopo lo svezzamento, fin da neonato, vomitavo il latte in polvere e poi successivamente vomitavo il latte di mucca. Insomma non è mai piaciuto il latte e sono sicuro che tanti bambini che sono stati svezzati naturalmente non abbiano amato il latte di mucca fin dal principio, ma che si siano abituati a poco a poco al suo sapore. Sempre più persone quando rimuovo i latticini dalla propria dieta ottengono degli enormi miglioramenti a livello di energia, la stanchezza e l’affaticamento scompaiono e molte condizioni di salute gradualmente si risolvono.

Le pubblicità manipolatrici del latte

Le vendite di latte hanno cominciato a rallentare negli Stati Uniti nel 1970, e da allora l’industria è stata indaffarata per fermarne la caduta libera. Anche se la connessione tra il latte, il calcio e la salute delle ossa è stata la pietra miliare della pubblicità casearia, l’industria è anche impegnata in continui sforzi per espandere l’immagine di ciò che il latte può fare per gli americani. Ma nonostante l’elenco dei benefici che si utilizza per invogliare i consumatori, l’industria lattiero-casearia è stata colpita da una mancanza di ricerca credibile a sostegno delle loro affermazioni. Il 16 agosto, 1974, il New York Times ha riferito che la Federal Trade Commission (FTC) aveva presentato una denuncia formale contro uno spot che promuove il latte, chiamandolo “sleale, falso, fuorviante e ingannevole“, promosso dall’agenzia dei produttori di latte dell’Advisory Board della California.

La FTC ha contestato l’uso dello slogan “Ogni corpo ha bisogno di latte” e ha affermato che il latte non è solo inutile, ma potrebbe anche danneggiare alcuni individui. Gli annunci in questione hanno suggerito non solo che il latte è essenziale, ma hanno affermato che “può prevenire raffreddori e l’artrite.” Questo ha segnato un punto di svolta per gli annunci pubblicitari del settore caseario, che, nel corso dei prossimi quattro decenni, avrebbero ritratto  il latte come una panacea.


La prima volta che uno spot pubblicitario ha affermato che il latte era un aiuto per il recupero dallo sport e che migliorava la prestanza atletica, ci fu poi un comitato scientifico nominato dal governo federale che respinse tale annuncio. Poi è arrivata la campagna di 200 milioni di dollari che sosteneva che “bere latte aiuta nella perdita di peso“. Il problema c’è stato quando una revisione di 41 studi clinici randomizzati, compreso uno studio della Harvard Medical School, ha dimostrato che il latte non ha simili proprietà.

Il dott. Walter Willett, MD di Harvard ha detto che l’affermazione “è stata totalmente screditata dalla ricerca e non finanziata dal National Dairy Council.” Tuttavia, ci sono voluti una causa e un rimprovero da parte dell’USDA prima che l’industria abbia abbandonato la campagna.

Il latte e il ciclo mestruale

Più di recente, l’industria lattiero-casearia ha affermato che “bere il latte può aiutare a ridurre i sintomi della sindrome premestruale“.

Gli annunci hanno attirato aspre critiche e sono stati ritirati in poche settimane. Ancora una volta, la pubblicità non ha potuto essere motivata dalla scienza. “Il latte è l’ultima cosa che mi sento di raccomandare alle donne con PMS“, ha detto la dottoressa Christiane Northrup, MD, una ginecologa riconosciuta a livello internazionale e autrice del bestseller “Women’s Bodies, Women’s Wisdom“.

“Nella mia esperienza clinica,” ha detto la dottoressa Northrup, “latte e il consumo di latticini sono spesso associati con un aumento della sindrome premestruale e dei crampi mestruali. Non c’è assolutamente alcuna prova di cui io sia a conoscenza del fatto che il latte migliori ogni aspetto del ciclo mestruale di una donna. E ‘proprio il contrario.”

Dal momento che le mestruazioni, e i sintomi indesiderati che spesso l’accompagnano, sono regolate dagli ormoni, e ogni bicchiere di latte di mucca contiene quasi 60 diversi ormoni e fattori di crescita, le osservazioni della Dottoressa Northrup e di altri medici mostrano quanto le campagne pubblicitarie siano menzognere.

Il latte e le ossa

E per quanto riguarda ciò che sostengono le industrie lattiero-casearie sul fatto che il latte vaccino è essenziale per scongiurare fratture ossee negli esseri umani? Ci sono prove sostanziali che contraddicono questa affermazione. Uno studio caso-controllo di anziani americani pubblicato sull’American Journal of Epidemiology ha dimostrato che l’integrazione della dieta con latte di mucca non ha ridotto l’incidenza di fratture ossee.

Uno studio alla Harvard Nurses, che comprendeva più di 77.000 donne, ha scoperto che le donne che hanno bevuto tre o più bicchieri di latte al giorno non hanno avuto alcuna riduzione del rischio di fratture dell’anca o del braccio durante un periodo di follow-up di 12 anni rispetto alle donne che hanno bevuto poco latte o per nulla.

I professionisti della salute nonché i ricercatori di Harvard, su una revisione di 43.000 uomini non hanno trovato alcuna relazione tra l’assunzione di calcio e le fratture ossee. Un’analisi di sei studi prospettici per un totale di 39,563 uomini e donne ha esaminato il consumo di latte e il rischio di frattura ossea. Gli autori hanno concluso che le persone che hanno consumato meno di un bicchiere di latte al giorno non hanno avuto alcun maggiore rischio di fratture. Ancora una volta, uno studio del 2014 ha mostrato che un alto consumo di latte da adolescente non ha portato a un minor rischio di frattura dell’anca da adulto.

Siccome il latte vaccino non è un mezzo affidabile per prevenire fratture ossee negli esseri umani, dal punto di vista della salute pubblica è prudente che vengano divulgati i rischi associati a seguito della sua assunzione.

Infatti il latte sebbene sia ricco di calcio le sue molecole sono connesse alla proteina caseina e quindi non è molto assimilabile (solo il latte crudo che ha gli enzimi vivi al suo interno è più assimilabile, tuttavia questo lo si può fare solo con le mucche alimentate naturalmente e senza farmaci altrimenti ci riempiamo di tossine). Questo spiega anche perché i paesi occidentali, grandi consumatori di latte, sono quelli che hanno i maggiori problemi di osteoporosi e carie. Inoltre si trova nel latte una grossa mancanza di magnesio, indispensabile per l’assorbimento del calcio. Il magnesio trasporta il calcio dalle arterie e vene fino alle parti dure del corpo come denti e ossa. Il calcio calcifica le ossa e i denti, ma se si deposita e rimane nelle arterie dove causa calcificazioni.

Da: Dionidream


Articolo letto: 137 volte
Categorie: , Denunce, Editoria, Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Paolo

19/02/2017 14:31:04
Si sono d'accordo che il latte e una cosa importante per i piccoli è per noi adulti . Io sono cresciuto con il latte di "asina" ricco, di vitamine e cresi pure bene .
6

Ricerche correlate

Latte - business - multinazionali - latte fa male - malattie - sanità -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook