Ipocrisia allo stato puro dei tifosi di calcio: prima criticato ed ora osannato. Ma la verità è che SuperMario contro l'Inghilterra ha dimostrato di essere in difficoltà contro difese schierate a 4

Milano
21:33 del 15/06/2014
Scritto da Albertone

L'Italia ai piedi di SuperMario. Prima criticato, poi osannato. Così siamo fatti noi italiani quando c'è di mezzo il calcio: perdiamo la Trebisonda, lasciamo da parte le idee e ragioniamo di pancia. L'esordio degli azzurri in Brasile è andato bene, anzi benissimo. Due gol (Marchisio e Balotelli), un palo con Candreva, una traversa con Pirlo. Detto così, sembrerebbe tutto rose e fiori. Ed invece gli inglesi ci hanno messo in difficoltà quando hanno accelerato, hanno rischiato per un paio di volte di trovare il 2-2 e ad inizio partita sono entrati prima di noi in gara. Poi, si sa, il risultato nel calcio come negli altri sport fa la differenza. Ma quel che c'è di peggio è l'atteggiamento che ora il Belpaese ha verso SuperMario, uno di quei calciatori che ai tifosi italiani sta poco simpatico tanto che gli stessi milanisti nutrono un sentimento di odio e amore nei suoi confronti.

Stanotte la sfida l'ha risolta lui, un colpo di testa su cross di Candreva, palla nel sacco e tre punti in un girone in cui la Costa Rica ha rimescolato tutte le carte, condannando quasi certamente Uruguay o Inghilterra ad una prematura esclusione. L'Italia invece vola trascinata da un Balotelli che si è persino sforzato di apparire loquace e simpatico davanti alle telecamere per le interviste del post partita. Come sempre il tono di voce è il suo e la voglia di sorridere quasi nulla, però tutto sommato la critica stavolta lo ha premiato e gli italiani sono passati dall'intonargli coretti razzisti all'acclamarlo come il Salvatore della Patria. Noi siamo fatti così, c'è ben poco da fare. Siamo irrimediabilmente corruttibili, nel senso che basta un qualcosa di positivo per farci cambiare idea. La coerenza non è il nostro forte, diciamocelo.

E anche questa Italia, osannata come non mai, è sopravvalutata. Contro l'Inghilterra il risultato ci premia, ma il gioco rimane molto modesto. Ma SuperMario è già la celebrità, i giornalisti sono improvvisamente tornati ad adorarlo e la punta del Milan si è trasformata in una punta... di diamante alla quale non possiamo più fare a meno. Contro la Costarica ci sarà il secondo round di questo pazzo mondiale, poi attenzione all'Uruguay. Balotelli ha due partite per mettere in cassaforte i giudizi positivi, quindi se il percorso dell'Italia proseguirà (come tutto fa credere) sarà chiamato a prove ben più importanti.

Ed è naturale che col passare dei giorni cresceranno le attese. Anche perché la provocazione con cui ha salutato gli inglesi a fine gara – rinfacciando loro il risultato con tanto di mimica gestuale – non ha aiutato ad addolcire il giudizio che di lui danno i media di mezza Europa. Per ora il solo dato oggettivo è che lui nella classifica cannonieri c'è e che gli azzurri sono al primo posto nel Girone. Per SuperMario c'è da sorridere, per trasformarlo in un euro mundial di acqua sotto i ponti ne deve ancora passare parecchia...   


Articolo letto: 1545 volte
Categorie: Calcio


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

balotelli - supermario - italia - azzurri -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook