Laddove gli altri smartphone utilizzano unità da 3.000 o 4.000 mAh, Doogee BL12000 integra una batteria da ben 12.000 mAh per offrire all'utente un'elevatissima autonomia operativa lontano dalle prese di corrente.

Milano
13:00 del 24/01/2018
Scritto da Gregorio

Laddove gli altri smartphone utilizzano unità da 3.000 o 4.000 mAh, Doogee BL12000 integra una batteria da ben 12.000 mAh per offrire all'utente un'elevatissima autonomia operativa lontano dalle prese di corrente. In questi anni utilizziamo quotidianamente lo smartphone per mantenerci sempre connessi con amici e con i vari servizi e l'autonomia è sempre stato uno dei limiti tecnologici dell'intero settore. Per diversi anni la scarsa efficacia delle batterie, e la bassa efficienza del processo di ricarica, ha influenzato l'uso normale dello smartphone, ed è per questo che Doogee ha progettato un nuovo sistema di ricarica per BL12000.

Vari produttori hanno cercato di aumentare la velocità di ricarica, migliorandone l'efficienza senza compromettere la sicurezza nelle scorse generazioni. Secondo i principi di carica utilizzati dal settore attualmente, la velocità di ricarica dipende principalmente dalla corrente in uscita e dal voltaggio, abbinati alla qualità dei materiali utilizzati nel cavo. In breve, utilizzare un dispositivo di carica per caricare lo smartphone non è molto diverso dal mettere del carburante nel serbatoio di un'automobile: chi vuole riempirlo più rapidamente può scegliere se aumentare la pressione dal boccaglio alla macchina, o usarne uno più grande.

Per quanto riguarda la carica della batteria, aumentare voltaggio e corrente non è semplice per le restrizioni imposte dal cavo e dalla sicurezza in generale. I ricercatori di Doogee hanno cercato di utilizzare un approccio diverso rispetto ai concorrenti del mercato che durante il processo convertono un voltaggio basso in un valore più alto, procedura che ovviamente provoca un deciso innalzamento delle temperature. Con le stesse condizioni un aumento del voltaggio comporta una minore efficienza abbinata ad un incremento del calore sprigionato dalla batteria.

La ricarica rapida impiegata su Doogee BL12000 utilizza un adattatore di corrente che funziona con un voltaggio simile a quello della batteria integrata nello smartphone. Secondo quanto dichiarato dalla compagnia non c'è alcun processo di conversione di voltaggio durante la ricarica, quindi solo un piccolo quantitativo di energia viene dissipato in calore durante la procedura, che diventa contestualmente anche più sicura. Doogee afferma di essere riuscita a sviluppare sistema di ricarica rapida ritagliato su misura su BL12000 dopo mesi di lavoro.

L'adattatore da 12V e 3A è infatti progettato per caricare lo smartphone in 5 minuti per ottenere 5 ore di autonomia, con il processo di carica completo che richiede circa 4 ore. Considerando le specifiche della batteria integrata si tratta di un ottimo traguardo, per un'autonomia totale dichiarata di 42 giorni di tempo di standby, 25 ore di riproduzione video e 90 ore di chiamate. Lo smartphone ha già catturato le attenzioni degli amanti delle grandi autonomie, e per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale Doogee.

Da: QUI


Articolo letto: 355 volte
Categorie: , Tecnologia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook