ALLE DONNE PIACCIONO I PIU’ GIOVANI - Dall’età di 35/40 anni, la donna ha una migliore conoscenza di sé, sa quello che vuole e ha una maggiore sensibilità integrale del suo corpo, delle sue emozioni.

Milano
18:00 del 09/05/2019
Scritto da Gregorio

ALLE DONNE PIACCIONO I PIU’ GIOVANI - Dall’età di 35/40 anni, la donna ha una migliore conoscenza di sé, sa quello che vuole e ha una maggiore sensibilità integrale del suo corpo, delle sue emozioni. D’altra parte, i giovani intorno ai venti e trenta sono nel loro apogeo sessuale, e trovano attraente la sicurezza e la serenità che le donne dimostrano a questa età. Ma cerchiamo di svelare ciò che queste signore cercano in un uomo molto più giovane di loro.

ALLE DONNE PIACCIONO I PIU’ GIOVANI - Nella maggior parte dei casi aspirano ad una relazione più leggera e più “fresca“. Gli uomini adulti hanno più fobie, molti non vogliono impegni o sanno veramente poco di relazioni solide e serie. Al contrario, i giovani non hanno questo carico emotivo e c’è maggiore libertà di relazionarsi. Danno al sesso femminile la loro pienezza e potenza sessuale anche e soprattutto senza particolari legami, senza dipendenze. In questi rapporti non ci sono sempre doveri o necessità di promesse. La maggior parte delle donne ambiscono a qualcuno con cui condividere ma non partecipare. Sono in uno stadio in cui la loro libertà non può essere dettata da amori folli, ed evitano gli uomini con impegni, divorziati o con figli.

ALLE DONNE PIACCIONO I PIU’ GIOVANI -L’uomo improvvisamente diventa un toy boy (mentre della toy girlnon si è ancora sentito parlare). Ma perché alle donne piacciono i toy boy? Per capirlo bisogna, in primo luogo, abbattere la prospettiva maschilista e femminista a riguardo. Perché i motivi della preferenza femminile non sono poi così diversi rispetto a quelli che possono avere gli uomini, quando scelgono una donna molto più giovane di loro.

I cosiddetti toy boy sono più audaci e pimpanti rispetto ai coetanei di una donna matura. Amano la vita, il piacere, divertirsi. E non puntano i piedi se si tratta di rischiare.


A letto sono più passionali, vivaci, fantasiosi, carichi. Soprattutto non c’è l’ansia di costruire un progetto di vita, per lo meno non all’inizio. La differenza di età appanna un po’ quello scenario e la relazione - che sia più ludica o più continuativa - non viene vissuta in quell’ottica. Nulla esclude evoluzioni in rosa, ma chiaramente non si sta insieme all’altro per quello.

No figli, no famiglia: questo si sa già. Carpe diem è il motto di una relazione con un toy boy. È un rapporto vissuto per piacere, senza pensantezze né troppe aspettative.

Alle donne piacciono giovani, proprio come agli uomini piacciono giovani. Nel primo caso, forse c’è ancora più schiettezza: le donne parlano più chiaro degli uomini perché hanno meno paura di perdere. In particolare se la differenza di età è grande.

Chi critica le donne a cui piacciono i toy boy dovrebbe prima riflettere sul coraggio che viene investito: anche il puro divertimento è un rischio.

Si rischia anche lì di innamorarsi e di ricevere un due di picche, se a un certo punto uno dei due desidera qualcosa di più "serio" e più "grande". Evviva la passione, insomma, in tutti i suoi generie e forme. A patto che siano trasparenza e desiderio di vitalità.


Articolo letto: 168 volte
Categorie: , Sesso


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook