I tanti mariti finiti a dormire nelle automobili, mentre alle mogli veniva assegnata la casa e gran parte dello stipendio, sono stati un disincentivo formidabile al crearsi una famiglia, quindi sono un problema politico.

Milano
06:00 del 11/05/2017
Scritto da Gregorio

I tanti mariti finiti a dormire nelle automobili, mentre alle mogli veniva assegnata la casa e gran parte dello stipendio, sono stati un disincentivo formidabile al crearsi una famiglia, quindi sono un problema politico. La cassazione ha deciso così perché anche i magistrati, con i loro stipendioni, sono un buon partito.

In caso di divorzio da oggi non conta più il "tenore di vita matrimoniale": l'assegno di mantenimento verrà quantificato in base al criterio dell'indipendenza e dell'autosuffcienza economica.


Se in regime di matrimonio le entrate mensili erano di,supponiamo, 1200 euro al mese, in caso di divorzio,quanto dovrebbe spettare al coniuge richiedente per essere autosufficiente? La metà? Come farebbe a campare l'altro con 600 euro al mese? Una assurdità dietro l'altra,quando finisce un rapporto finisce TUTTO,anche l'obbligo di mantenere l'ex. Ognuno per sé, Dio per tutti. Chi è economicamente più debole si arrangi, si dovrà organizzare e ripartire da zero,di parassiti della società ce ne sono già troppi.


Articolo letto: 545 volte
Categorie: , Cronaca, Nuove Leggi, Sociale


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi della nuova sentenza sul divorzio?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Paolo

11/05/2017 13:25:52
Ecco dopo tante battaglie siamo arrivati al rimedio sul divorzio senza mantenimento grande donne andate a lavorare .
7

Armando

11/05/2017 09:22:03
A piccoli passi ci avviamo verso la civiltà ... magari si applica retroattivamente ...
6

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook