FARE sesso è piaciuto a entrambi. Col partner c’era un’ottima sintonia e avete avuto un orgasmo più che appagante

Genova
19:00 del 28/11/2018
Scritto da Samuele

FARE sesso è piaciuto a entrambi. Col partner c’era un’ottima sintonia e avete avuto un orgasmo più che appagante. Ma appena finito, senza che nulla sia andato storto, vi prende un inspiegabile malumore, che può durare pochi minuti o anche ore.

Siete tristi, o agitati, pronti a irritarvi per un nonnulla, o addirittura a scoppiare in lacrime: "ho voglia di stare solo", "mi sento vuoto e scarico", "nessuno mi tocchi". Se vi è successo, non pensate di essere strani: non siete affatto i soli. Anche se siete uomini.

Il malumore dopo un rapporto soddisfacente, la cosiddetta disforia post coito, è sempre stato considerata roba da donne. Ma solo perché, nel sesso che si suppone forte, nessuna l’aveva mai indagata. Lo ha fatto Robert Schweitzer, della Queensland University of Technology in Australia. In precedenza Schweitzer aveva già mostrato come, in qualche centinaio di donne australiane, quasi metà l’avesse sperimentata almeno qualche volta, e il 2% molto spesso. Ora ha ripetuto l’indagine su oltre un migliaio di maschi dai 18 agli 80 anni, raggiunti online in un’ottantina di paesi. E mostra sul Journal of Sex and Marital Therapy che la loro situazione non è molto diversa: il 41% dichiarava di aver provato la disforia di tanto in tanto, il 20% nel mese appena trascorso, e il 3% ne soffriva abitualmente.

"Il problema è tutt’altro che raro, ma le cause non le abbiamo ancora capite, anche perché è stato studiato poco" dice Schweitzer. Il sesso è un momento di vulnerabilità, che può fare affiorare emozioni e tensioni nascoste, che possono disorientarci e turbarci. Ma perché ad alcuni accada più o meno spesso resta oscuro. "Essere sotto stress, aver subito abusi da piccoli, avere disfunzioni sessuali, sono tutte situazioni che favoriscono la disforia, ma spiegano solo una minima parte dei casi". C’è poi chi sostiene che, almeno a volte, il malumore dipenda semplicemente dal calo repentino delle endorfine(sostanze prodotte dal cervello che ci danno un senso di benessere) e dell’ossitocina (“l’ormone delle coccole”, che accresce le sensazioni di affetto e intimità), sostanze che produciamo in abbondanza durante l’amplesso e soprattutto l’orgasmo.

In casi molto rari, poi, il malessere non dipende dalla disforia ma da un disturbo fisico, la sindrome post orgasmica, causata forse da una reazione autoimmune al proprio stesso sperma. In ogni caso, conclude Schweitzer, è chiaro che il problema non è solo femminile. "Si dà per scontato che per gli uomini il sesso consensuale e senza intoppi sia sempre piacevole, ma non è così. Chi lo vive diversamente può avere almeno il conforto di sapere che non ha nulla di anormale: avere qualche volta sensazioni negative dopo il coito è normalissimo. E se capita spesso, e rischia di rovinare la relazione, non c’è nulla da vergognarsi nel chiedere aiuto a uno specialista".

Da: QUI

 


Articolo letto: 330 volte
Categorie: , Sesso


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook