I segreti di McDonald | Le parole di una pentita ex dipendente

Lucca
12:07 del 07/02/2015
Scritto da Gerardo

Fateci caso: il design, lo stile e il layout di McDonald’s sembrano studiati appositamente per incantare il cliente, e fino a questo punto non vi è nulla di strano. La cosa più imbarazzante e che ci fa pensare è, oltre alla qualità dei prodotti (da sempre sul banco degli imputati), alle regole ferree che debbono necessariamente rispettare i dipendenti. Ecco la verità.

L’inchiesta di Mattia Albani su Popoffquotidiano è illuminante e riprende le dichiarazioni di un ex dipendente McDonald’s che ha deciso di vuotare il sacco rivelando tutti i segreti sulla catena di fast food più famosa e controversa del mondo: ecco la sua verità: mangiare in un ristorante McDonald’s è una questione di gusti. Lavorarci, invece, è tutta questione di numeri. Di tempi. Di Sincronizzazioni. E, lasciatevelo dire da chi ci ha lavorato per tre anni, di molta, molta concentrazione. Basta una manciata di secondi di troppo, un attimo di esitazione e tutto l’intero meccanismo rischia di incepparsi. Per farvi un’idea, da quando un cliente si mette in fila a quando riceve il vassoio con la sua ordinazione devono passare duecentodieci secondi. Ogni cassa ha un cronometro che inizia a scandire il tempo appena si comincia a digitare l’ordine sullo schermo. Quando il cliente se ne va col suo vassoio, il cronometro di ferma. Duecentodieci secondi, non un secondo in più e, possibilmente, qualche secondo in meno. Ovviamente ci sono delle eccezioni ma, appunto, sono eccezioni.

La temperatura delle friggitrici è di duecentoquindici gradi. Quella delle piastre di centottanta. Provate a metterci la mano e sperimenterete cosa prova un’aragosta quando viene cucinata viva. Il pane viene tostato per trentacinque secondi. Il toster è simile alla griglia per hamburger dei chioschi notturni. Solo che questo è un macchinario temporizzato con un cicalino che comincia a suonare appena è ora di tirar fuori il pane.La carne, invece, viene cotta in apposite piastre automatiche. Quelle stesse piastre che stanno a centottanta gradi per sessantatré secondi in media. Ogni piastra è regolata a seconda del panino da comporre. Accanto alle piastre ci sono piccoli congelatori a pozzetto con dentro la carne per i panini. Prendi la carne dal pozzetto e la metti sulla piastra. Poi aspetti. La carne la devi prendere con i guanti. Monouso. La durata di cottura della carne cambia a seconda del panino, perché a seconda del panino cambia anche la dimensione della carne.

Tutto questo lo dovete sapere perché è quello che molti, per lo più ragazzi, fanno per tirare avanti. Sei giorni alla settimana per cinque ore al giorno. Trenta ore in tutto. Trenta ore alla settimana per quattro settimane fa centoventi ore al mese. Per dodici mesi fanno millequattrocentoquaranta ore all’anno. Per tre anni fanno quattromila trecentoventi ore. Si lavora di sabato, si lavora di domenica, si lavora alle feste comandate. Si lavora sempre. Tranne un giorno alla settimana, a giro, che spetta di riposo.

Cosa ne pensi di questa situazione? ESPRIMI IL TUO GIUDIZIO E DAI UNA VALUTAZIONE IN BASSO DA 1 A 10 SULLA CATENA DI MCDONALD’S


Articolo letto: 1112 volte
Categorie: Curiosità, Salute, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

07/02/2015 15:09:42
E' uno schifo totale però anche in questo caso la mente umana non si tradisce mai: se si risparmia perche non devo andarci.
Ma lo sapere che invece di acquistando un happy meal da euro 5 cosa s puo fare?
Con 5 euro puoi mangiare spaghetti al pomodoro e frittata.Altro che cibo low-cost...
5

Fabio

07/02/2015 12:29:21
Che ci piaccia o no, idea vincente: cibo di scarsissima qualità a prezzi imbattibili, idea che il mercato ha apprezzato e continua ad apprezzare. E' la versione americana del cibo low-cost, così come i cinesi lo sono. In questa cosa bisogna apprezzarli, almeno un pò
7

Simone

07/02/2015 12:28:48
Io spesso mi trovo a sorridere quando si parla di catene all'ingrosso di questo tipo perché c'è gente che va a mangiare settimanalmente dal Burger King e critica il McDonalds e viceversa. Non siamo più o meno lì come qualità?! Io spesso ci vado quando sono all'estero dove non posso andare due volte al giorno in ristoranti (budget piange) e quindi devo andare al risparmio. In Italia evito accuratamente.
4

Carmine

07/02/2015 12:28:34
Io non ho un'opinione positiva della catena di fast food citata, semplicemente perchè si tratta di cibo di bassa qualità, per friggere usano panetti di glicerina (grassi animali) e dopo 15 minuti dalla cottura sono costretti a buttare via gli hambuger invenduti per non correre il rischio di intossicare i clienti. Anche il cibo vegetale, come insalata e pomodori, non è fresco abbastanza acquoso nel sapore. Negli ultimi tempi stanno cambiando immagine cercando di uscire da quello stampo un po' anno '80 che li contraddistingue da sempre. Ma secondo me, la sostanza è sempre la stessa.
5

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook