Difendere il matrimonio ad ogni costo. Ecco perche’. Ecco le testimonianze degli uomini piu’ ricchi della terra

Napoli
09:30 del 28/04/2015
Scritto da Gerardo

LONDRA - "How to marry a millionaire", come sposare un milionario, era il titolo di un vecchio film di Hollywood, una commedia americana che andrebbe oggi aggiornata, tenuto conto dell'inflazione, in "come sposare un miliardario". Ma il titolo giusto, secondo l'analisi pubblicata dal Financial Times, dovrebbe essere un altro: come - sposandosi e restando sposati senza divorziare - si diventa miliardari. Il segreto o almeno uno dei segreti per fare soldi a palate, afferma semiserio il quotidiano della City, è infatti proprio un lungo matrimonio. Magari non necessariamente felice, perché poi sono ammesse infedeltà e amanti. Ma l'importante, a quanto sembra, è rimanere formalmente con la stessa donna, in attesa che un maggior numero di donne imprenditrici permetta di calcolare se la formula vale anche per l'altro sesso, cioè per miliardarie che tengono con sé sempre lo stesso uomo, o per coppie omosessuali.

La lezione di fondo, in effetti, è credere nell'unità del vincolo matrimoniale, nell'importanza dei valori familiari e, di conseguenza, nella necessità di non disperdere il proprio patrimonio in costosi divorzi. L'articolo firmato dalla columnist Lucy Kellaway, nota per il suo umorismo, è intriso di umorismo, per cui non va preso sul serio come il teorema di qualche business school. Gli esempi citati, tuttavia, parlano chiaro: per diventare ricchi, molto ricchi, un elemento essenziale è rimanere con la prima moglie.

Così è stato per Bill Gates, creatore della Microsoft, da 21 anni con Melinda, per Richard Branson, boss della Virgin, che dopo un brevissimo matrimonio giovanile è rimasto con la sua seconda consorte da 25 anni, per Steve Jobs, fondatore della Apple, rimasto con la sua prima e unica moglie per 20 anni fino alla morte, per Jeff Bezos della Amazon, sposato da 20 anni, per Eric Schmidt di Google, sposato da 30 anni, per Carlos Slim, il messicano proprietario di un impero globale, da 32 anni con la stessa donna (fino a che lei lo ha lasciatgo vedovo nel 1999), per Warren Buffett della Walmart, rimasto con la moglie per ben 52 anni, anche se per gran parte di questi conviveva clandestinatamente con la giovane cameriera di un cocktail bar, che ha poi sposato, ma solo alla dipartita della sua prima e legittima consorte. Scorrendo la classifica di Forbes degli uomini più ricchi della terra, il 40 per cento hanno divorziato almeno una volta; ma nelle posizioni di testa della graduatoria, fra i super-super ricchi, è vero il contrario, più del 40 per cento si sono sposati soltanto una volta o perlomeno non hanno mai divorziato, calcola il quotidiano finanziario.

Naturalmente ci sono le eccezioni, i Paperoni che di mogli ne hanno avute non due, ma tre, quattro o più, cambiandole in pratica ogni decennio e conservando lo stesso una ricchezza fenomenale. E ci sono, in difesa di chi è volubile, gli accorgimenti legali: gli accordi pre-matrimoniali, che stabiliscono prima del fatidico sì quale parte del capitale dello sposo andrà alla sposa, in caso di divorzio, limitando per così dire i danni al proprio impero. Ma il consiglio del Financial Times è chiaro: se vuoi diventare ricco, scegli una donna e riMani con quella. Hai più chances di ritrovarti miliardario, anche se non necessariamente felice


Articolo letto: 610 volte
Categorie: Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Matrimonio - Soldi - Euro - Famiglia - Gay - divorzio - divorzio breve -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook