Questi problemi si presentano, di solito, quando si ricorre a diete improvvise (le cosiddette diete lampo) che privano il nostro corpo dei nutrienti essenziali.

Torino
12:00 del 07/01/2017
Scritto da Samuele

Questi problemi si presentano, di solito, quando si ricorre a diete improvvise (le cosiddette diete lampo) che privano il nostro corpo dei nutrienti essenziali.
Per evitare simili conseguenze, è importante seguire i dettami di una dieta sana ed equilibrata, basata sul più vario consumo di sostanze benefiche per il nostro corpo.
Ecco, quindi, i rischi associati ad una dieta sbagliata e carente di vitamine

L’alimentazione è determinante per il nostro benessere e il mio consiglio è di associare anche la pratica della visualizzazione e della meditazione: praticare quotidianamente i cinque tibetani per il benessere e l’armonia ha migliorato molto la mia vita ed è con piacere che condivido con te i risultati dei miei studi e la mia esperienza quotidiana.

La mia attenzione all’alimentazione mi ha portato a considerare un altro aspetto molto importante che riguarda il cibo e le scelte che portano a preferire una dieta piuttosto che un’altra: la forza dell’impatto che i nuovi mezzi di comunicazione, come i blog o i siti dedicati a questo argomento, hanno su di te, un impatto non indifferente.
La socializzazione, con il partecipare alle discussioni nei forum e fare parte di una ampia community di persone che condividono la tua stessa filosofia sul cibo, oltre a tutto il lavoro che devi fare per seguire il metodo con costanza, è molto potente e può influenzare le tue decisioni.

Dalla dieta vegan a quella paleo al regime macrobiotico, ci sono decine e decine di stili alimentari diversi, come puoi essere certo che quello che hai adottato è quello giusto per te?

La pressione esterna di tutti questi elementi che ho descritto può potenzialmente impedirti di riconoscere i segnali di allarme lanciati dal tuo stesso corpo, segnali precisi: devi prestargli la giusta attenzione, soprattutto quando ti stanno indicando che la dieta che stai seguendo non va bene e il tuo fisico ha bisogno di un cambiamento.

A questo punto è arrivato il momento di liberarti dai condizionamenti e aprire i tuoi orizzonti dietetici.

Ti riassumo brevemente alcune dei regimi alimentari più seguiti in questi ultimi decenni, alcuni sicuramente li conosci, di altri hai solamente sentito parlare ma non hai approfondito l’argomento.

La dieta vegetariana esclude dall’alimentazione la carne e alcuni prodotti di origine animale per privilegiare l’assunzione di cereali, legumi, ortaggi e frutta.
Questo regime alimentare comprende motivazioni di carattere ambientale ed etiche, a favore del rispetto per la vita degli animali, oltre che salutistiche.

La dieta crudista vegana ammette frutta, verdura, cereali e legumi germogliati cucinati a temperature non superiori a 40 gradi, oltre a noci e semi oleosi. La variante crudista non vegana consente anche il consumo di carne e pesce crudi e latticini non pastorizzati.

La dieta fruttariana si basa sul consumo esclusivo di frutta, frutta secca, semi e tutti gli ortaggi a frutto, come cetrioli, peperoni, pomodori e zucchine.

La dieta-latto vegetariana e latto-ovo-vegetariana sono una variante della dieta vegetariana. Sono esclusi da questo regime alimentare gli alimenti di origine animale come la carne e i suoi derivati, oltre al pesce, i molluschi e i crostacei a favore di frutta, verdura, legumi, cereali, latte, derivati del latte e uova nel caso della dieta latto-ovo-vegetariana.
Sono dei regimi alimentari corretti dal punto di vista nutrizionale, la fonte proteica è garantita dal latte e dalle uova e hanno un elevato apporto di fibre, vitamine, sali minerali e antiossidanti anche se occorre fare attenzione al contenuto di grassi insaturi e colesterolo e non eccedere nel consumo dei formaggi.

La dieta vegana o Vegan è considerata non soltanto un regime alimentare ma una vera e propria scelta di vita. Questa dieta esclude totalmente qualsiasi alimento di origine animale, miele compreso, e determina anche le preferenze sull’abbigliamento, sui prodotti per la pulizia e la cura della persona e sui consumi in generale, escludendo quei prodotti che comportano lo sfruttamento e qualsiasi forma di crudeltà verso gli animali e l’ambiente.

La dieta macrobiotica si propone come una vera e propria filosofia di vita, abbraccia la cultura e la filosofia orientali e persegue il salutismo attraverso una alimentazione specifica in equilibrio tra alimenti definiti Yin (acidi, amari, aromatici e dolci come le prugne, la frutta tropicale, il latte, la carne, le uova, i molluschi, i cibi raffinati, trasformati e conservati) e alimenti Yang (poco acidi, poco dolci e poco aromatici e naturalmente salati come i cereali, i legumi, il pesce e le alghe).
Questo regime alimentare privilegia la frutta e la verdura fresca di stagione e limita il consumo di solanacee come patate, pomodori, melanzane, dolci e carne. I metodi di cottura preferiti sono quello a vapore e al forno.
Anche per questa dieta vi è il rischio, come per le diete vegane non equilibrate, di carenze nutrizionali.

La dieta paleolitica detta anche paleo-dieta o dieta delle caverne si basa sull’ipotetico regime alimentare adottato dalle comunità di cacciatori e raccoglitori delle prime comunità umane, nel periodo precedente alla nascita dell’agricoltura.
Questa particolare dieta prevede un’alimentazione il più possibile simile a quella dei nostri lontani progenitori, incentrata sul consumo soprattutto di selvaggina e frattaglie o di carne proveniente da animali allevati allo stadio brado, pesce, crostacei, molluschi, uova, frutta e verdura di stagione.

Se hai dei dubbi sulla validità del regime alimentare che stai seguendo, questi sono i cinque segnali che il tuo corpo ti sta inviando per indicarti che la dieta che hai scelto non va bene per te e sta causando squilibri nel tuo fisico e alterando il tuo stato mentale.

1 – Soffri di misteriosi problemi di salute

Quando hai iniziato la dieta ti sentivi in gran forma ma, passati pochi mesi, ora hai a che fare con strani sintomi di cui non avevi mai sofferto prima.
Forse stai scoprendo delle carie, non importa quante volte ti lavi i denti, o hai a che fare con mal di testa misteriosi che non riesci a eliminare nonostante tu sia costante nella pratica dei 5 tibetani.
Potrebbe anche essere che stai dimagrendo troppo o, al contrario, da quando hai iniziato la dieta stai accumulando peso appesantendo la schiena. Insomma, non ti senti per niente bene, anzi stai decisamente male.

2 – Improvvisamente sei più smemorato, ansioso o stai vivendo inspiegabili cambiamenti emotivi

Ti senti distratto più del solito ultimamente? Perdi colpi sul posto di lavoro oppure, improvvisamente, sei diventato più ansioso del normale? Se ti sei accorto che hai problemi a gestire lo stress giorno per giorno questi sintomi emotivi possono essere il segnale di specifiche carenze nutrizionali, come la carenza di vitamina B12 e di vitamina D o di un basso apporto di proteine e grassi essenziali.

3 – Hai strane voglie improvvise di determinati cibi

Tutti noi ci lasciamo sfuggire un dolce occasionale quando siamo a dieta, ma se ti stai accorgendo che passi molto tempo a fantasticare su alimenti che hai tagliato fuori dalla tua alimentazione potrebbe essere un segnale, e dovresti considerare la possibilità che ci sia qualcosa nei cibi che hai eliminato di cui il tuo corpo ha esigenza.
La sensazione di fame dopo aver mangiato, o forti voglie per alimenti che non hai mai considerato prima possono essere l’indicazione che l’assunzione di macro-nutrienti (grassi, carboidrati e proteine) non è in un equilibrio ideale per il tuo tipo metabolico o in questa fase particolare della tua vita.

4 – Sei esausto

Ti senti adeguatamente riposato quando ti svegli la mattina o forse sei stanco durante il giorno e poi di notte, quando dovresti ormai essere agli sgoccioli, ti senti teso e non riesci a riposare? Oppure hai dei clamorosi crolli pomeridiani? Se il tuo corpo si sente sempre più malandato potrebbe essere il momento di verificare se la tua dieta non sia il fattore che scatena la tua stanchezza.

5 – Hai paura di ciò che gli altri penseranno se cambi il modo di mangiare

A volte, quando sappiamo che è il momento di cambiare la nostra dieta, la prima cosa a cui pensiamo non è il cibo in sé, ma ciò che coloro che amiamo o i nostri amici potrebbero pensare a questo proposito.
Se hai voglia di cose che non hai consumato per un lungo periodo di tempo e vorresti mangiare in modo diverso se nessuno stesse guardando, questa è una grande bandiera rossa che ti avvisa: fermati, qualcosa non va!

Che cosa posso fare?

Se questi segnali e questi sintomi stanno comparendo, potrebbe essere il momento di dare uno sguardo obiettivo al tuo regime dietetico e fare alcuni cambiamenti.

Un operatore olistico può aiutarti a identificare eventuali carenze nutrizionali presenti e aiutarti a ottimizzare (o revisionare) la tua attuale dieta. Un’analisi del sangue per conoscere i tuoi valori di ferro, ormoni tiroidei, vitamina B12 e vitamina D può essere il primo passo per iniziare: i risultati possono evidenziare se hai bisogno di integrare l’alimentazione con alcuni integratori, cambiare la tua dieta o adottare entrambe le soluzioni.

Ricorda: le etichette sono per le lattine, ognuno di noi è un individuo a se e nessun tipo di alimentazione è adatto a tutti.


Articolo letto: 345 volte
Categorie: , Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook