Un piccolo miracolo in cinque giorni. Un quasi-digiuno che promette di rallentare il processo d'invecchiamento, rafforzare il sistema immunitario e ridurre il rischio di patologie oncologiche e cardiovascolari.

Genova
14:00 del 18/05/2016
Scritto da Alberto

Un piccolo miracolo in cinque giorni. Un quasi-digiuno che promette di rallentare il processo d'invecchiamento, rafforzare il sistema immunitario e ridurre il rischio di patologie oncologiche e cardiovascolari.

Parola degli scienziati della University of Southern Californiacome riferisce il quotidiano britannico The Telegraph. Dire basta a una parte del vostro apporto calorico giornaliero, e precisamente a un terzo, anche la metà del quantitativo di cibo assunto, potrebbe rivelarsi un toccasana, come sostiene lo studio pubblicato su Cell Metabolism.

Il team di studiosi che è giunto alla conclusione è lo stesso che, lo scorso anno, aveva osservato l'impatto positivo sul sistema immunitario di un digiuno totale per 3 giorni. Ora, però, le ricerche fanno un passo avanti: basta con l'eccessivo rigore. Meglio seguire la Fasting Mimicking Diet (FMD), una dieta di compromesso che vi vincola parzialmente per 5 giorni ma vi permette di mangiare normalmente nel resto del mese. Il beneficio interesserà l'intero organismo.

Secondo il professor Valter Longo della USC Davis School of Gerontology, un regime di questo tipo può allungare davvero la vita delle persone. "E soprattutto - ha aggiunto il professore, come riferisce ancora il Telegraph - ridurre il rischio di diabete, cancro, malattie cardiovascolari e altri disturbi legati all'invecchiamento".

I benefici sarebbero rintracciabili dopo appena 3 mesi dall'adozione della Fasting Mimicking Diet. I cosiddetti "biomarcatori" delle malattie si riducono, come si riduce sensibilmente il grasso corporeo.

Volete provare? Ecco cosa vi aspetta:

Giorno 1: 1090 calorie totali, da ottenere combinando un 10 per cento di proteine, 56 per cento di grassi, 34 per cento di carboidrati.

Giorno 2-5: 725 calorie totali, da ottenere combinando un 9 per cento di proteine, 44 per cento di grassi, 47 per cento di carboidrati.

E negli altri 25 giorni del mese che succede?

Si può tornare tranquillamente alle proprie abitudini alimentari. Non ci sono indicazioni, suggerimenti, ferree regole da seguire. I benefici si vedono comunque, anche in questa fase. La ragione per cui ciò accade l'ha svelata lo studio condotto sui topi. Quelli sottoposti a un regime di breve digiuno subivano un importante rinnovamento cellulare, anche nel cervello. E se lo stesso regime dietetico veniva somministrato ai topi anziani risultava diminuito il rischio di cancro, potenziato il sistema immunitario, ridotto il margine per processi infiammatori, rallentata la perdita di densità ossea. Miglioravano, poi, anche le capacità cognitive. Per gli scienziati, il merito è di un ormone.

È possibile ottenere gli stessi benefici scegliendo una versione soft della dieta?

Secondo alcuni studi britannici, spiega ancora il Telegraph, i vantaggi del breve digiuno non vengono meno se lo si attua in modo più flessibile. Per esempio, si può ridurre l'apporto calorico generale preferendo ai "5 giorni" una continua alternanza tra regime duro e alimentazione normale. Un modo più sostenibile per trarre gli stessi benefici. Certo, la cautela è d'obbligo. Come ricorda il Telegraph citando Lynne Cox, professore associato di biochimica all'università di Oxford, servono ulteriori test. Ma il trend osservato è già di per sé interessante.

Ogni quanto sperimentare i 5 giorni della Fasting Mimicking Diet?

Le persone normopeso possono optare per la dieta dei 5 giorni ogni 3, anche 6 mesi. Tutto dipende dalla circonferenza addominale e dallo stato di salute. I soggetti obesi, invece, come coloro che hanno rischi di salute elevati, possono scegliere la FMD anche ogni due settimane.

A cosa occorre prestare particolare attenzione?

Evitare le diete di sola acqua, ha spiegato al Telegraph il Professor Valter Longo. Evitare, anche, di sottoporsi al regime dei 5 giorni senza consultare un medico. Non tutti, infatti, sono fisicamente in grado di sopportare quel che la FMD impone. E seguire la dieta in un modo scorretto può comportare rischi per la salute.


Articolo letto: 339 volte
Categorie: Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook