Dieta per l’osteoporosi. Le conseguenze nel lungo periodo comprendono deformazioni articolari, cedimenti vertebrali ma anche disturbi respiratori, cardiocircolatori e problemi odontoiatrici

Milano
15:30 del 16/06/2015
Scritto da Gerardo

L’osteoporosi (o demineralizzazione ossea) è una rarefazione del tessuto delle ossa che diventa più fragile e poroso e si Manifesta con dolore ricorrente, bruciore intenso, difficoltà nel movimento e predisposizione alle fratture, soprattutto dell'anca.

Le conseguenze nel lungo periodo comprendono deformazioni articolari, cedimenti vertebrali ma anche disturbi respiratori, cardiocircolatori e problemi odontoiatrici

L'osteoporosi può colpire tutte le ossa, anche se spesso i primi sintomi si manifestano  nella donna come nell'uomo a livello della schiena perché è la parte di colonna vertebrale più sottoposta a frizioni, tensioni e pressioni.

Le cause dell’osteoporosi.

Secondo le statistiche più aggiornate, oggi in Italia soffrono di osteoporosi oltre 3 milioni di persone, e le più a rischio sono le donne, soprattutto se sono di corporatura minuta e con ossa geneticamente fragili e sottili: l'età della vita più "pericolosa" per questa patologia è la Menopausa, quando la carenza di estrogeni favorisce l'indebolimento dell'apparato osteoarticolare; qualcosa di simile avviene però anche nell'uomo in andropausa, a seguito della riduzione del testosterone.

Anche una dieta povera di minerali e vitamine e ricca di sostanze "tossiche" (grassi, zuccheri, cibi conservati), una vita sedentaria e l'abuso di fumo, alcol e farmaci sono importanti concause per l'instaurarsi della patologia.

Una dieta sregolata, troppo ricca di grassi, dolci e cibi confezionati, i disturbi digestivi cronici e un cattivo funzionamento intestinale sono, oltre a quelle già citate, le cause determinanti delle affezioni articolari, compresa l'osteoporosi: infatti l'eccesso di tossine introdotte con l'alimentazione e non ben metabolizzate dall'apparato digerente, tende proprio ad accumularsi intorno alla membrana sinoviale, infiammando articolazione e cartilagine.

Ovvio quindi che un'alimentazione corretta sia un'ottima misura preventiva.

Dieta per l’osteoporosi, alimenti e consigli.

Mangia un chilo di ortaggi al dì: suddividili in 4 porzioni (2 crude come contorno e 2 cotte come condimento dei primi piatti), sono disintossicanti e antinfiammatori.

Abbonda coi cibi ricchi di magnesio: questo oligoelemento riduce le tensioni e si trova, tra l'altro, nel cacao, nel germe di grano, negli spinaci, nelle mandorle, nel pollo, nei gamberetti, nella lattuga.

Anche il calcio è importante: questo minerale aiuta a mantenere il giusto tono muscolare. Assumilo mediante i latti arricchiti, il lievito di birra, i broccoletti, i ceci, gli spinaci, l'indivia, i finocchi e la lattuga.

Niente carne, formaggi, salumi o molluschi per almeno 1-2 mesi: sono ricchi di purine che possono col tempo favorire la formazione di acidi urici e il deposito di scorie nelle articolazioni.

Elimina anche le Solanacee (patate, pomodori, peperoni e melanzane): le sostanze in esse contenute (purine e solanina) aumentano il dolore.

Riduci o evita anche zucchero bianco, dolci industriali, frutta tropicale, succhi di frutta, agrumi, latticini, spezie, cioccolato e aceto: causano atonia, demineralizzazione e limitano l'assorbimento del calcio.

Il calcio: ne sono ricchi finocchi, spinaci e il lievito di birra: quest'ultimo può essere aggiunto in scaglie alle insalate.

Gamberetti, scorta di magnesio: mangiali un paio di volte alla settimana, insieme a un'abbondante insalata di broccoli, spinaci e finocchi conditi con olio extravergine d'oliva: rigenerano i tessuti osteoarticolari.

Dieta per osteoporosi: menu settimanale

Ecco il menu che protegge e rinsalda le articolazioni.

Adotta questa dieta integrata contro l'osteoporosi per due settimane al mese: con le pastasciutte vegetali e i frullati giusti allontani i dolori, rigeneri i tessuti ossei, riduci il rischio di fratture e migliori l'elasticità della schiena, del collo e di tutti gli arti.

LUNEDI

Colazione: té verde con 2 fette di pane tostato e 3 cucchiaini di marmellata

Spuntino: un frullato di quelli indicati più avanti.

Pranzo: 80 g di pasta con crema di zucca e ricotta

Merenda: una banana

Cena: 200 g di sogliola al vapore con carote e 70 g di pane.

MARTEDI

Colazione: té verde con 2 fette di pane tostato e un uovo sodo

Spuntino: una mela

Pranzo: 80 g di pasta con crema di lenticchie rosse

Merenda: un frullato di quelli indicati più avanti.

Cena: 150 g di petto di pollo al cartoccio con spinaci in padella e 70 g di pane

MERCOLEDI

Colazione: yogurt e té verde.

Spuntino: un frullato di quelli indicati più avanti.

Pranzo: 80 g di pasta con carote, sedano e cipolla

Merenda: un pompelmo rosa

Cena: 150 g di arrosto di tacchino con vena e 70 g di pane.

MARTEDÌ

Colazione: té verde e 4 frollini

Spuntino: un frullato di quelli indicati più avanti.

Pranzo: 80 g di riso parboiled con broccoli saltati in padella

Merenda:  10 acini di uva rossa

Cena: 150 g di vitello arrosto con carciofi al forno e 70 g di pane ai 5 cereali.

GIOVEDÌ

Colazione: té verde e 4 biscotti

Spuntino: un frullato di quelli indicati più avanti.

Pranzo: 80 g di riso con i ceci

Merenda: 2 clementine

Cena: 150 g di tonno alla piastra con del cavolfiore lessato e 70 g di pane integrale di segale.

SABATO

Colazione: té verde e 4 frollini

Spuntino: una pera

Pranzo: 80 g di risotto alle mele

Merenda: un frullato a scelta

Cena: 150 g di trota al vapore con radici amare e 70 g di pane.

DOMENICA

Colazione: té verde e 4 biscotti

Spuntino: un frullato di quelli indicati più avanti.

Pranzo: un piatto di minestrone senza patate

Merenda: una banana

Cena: 150 g di salmone al forno con cavolfiore e 70 g di pane.

Ricetta frullati anti-dolore

I frullati anti-dolore contro l'osteoporosi sono delle "bombe" antiossidanti, che proteggono l'organismo dalla degenerazione dei tessuti.

Basta berne uno al giorno per sentire ossa e muscoli più "saldi".

L'effetto anti-dolore si raggiunge in genere dopo la prima settimana di assunzione.

Ecco le ricette.

Per dolori alla schiena e dolori articolari diffusi: frulla un bicchiere di latte di mandorle con un cucchiaio di germe di grano e un kiwi.

Se le articolazioni "bruciano": frulla un bicchiere di yogurt intero con un cucchiaio di lievito di birra, cinque mandorle e 2 cucchiai di lamponi.

Se anche i muscoli ti fanno male: frulla un bicchiere di succo di mela senza zucchero con una compressa di magnesio, 3 noci e 2 albicocche.


Articolo letto: 957 volte
Categorie: Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Dieta - dimagrire - perdere peso - dieta dimagrante -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook