Dieta del gusto. La dieta del gusto è stata ideata dalla dott.ssa Virginia Bicchiega, medico chirurgo, specializzata in Scienza dell'alimentazione

Napoli
16:00 del 24/04/2015
Scritto da Gerardo

La dieta del gusto è stata ideata dalla dott.ssa Virginia Bicchiega, medico chirurgo, specializzata in Scienza dell'alimentazione; questa dieta cerca di spingere le persone a comprendere che per perdere peso non bisogna semplicemente mangiare poco, evitare i cibi più buoni e sacrificarsi strenuamente in nome del peso ideale. Al contrario la dott.ssa spinge a riflettere sull’importanza di rivedere il proprio stile di vita ogni volta che c’è sovrappeso, fare delle scelte alimentari dettate dal buonsenso; la chiave del successo di una buona dieta sta nell’instaurare un rapporto sereno e realistico con il cibo

Come funziona

La dieta del gusto non prevede che gli alimenti vadano pesati, ma bisogna semplicemente imparare a regolarsi con le Mani, ovvero quantificare la porzione più giusta da mangiare pensando all’alimento in 3D e porzionandolo con le mani. Il motto di questa dieta èMangiare positivo e si basa sul presupposto che per sentirsi sazi, non basta che lo stomaco sia pieno, ma occorre che anche il palato, l’olfatto, il tatto siano appagati ed è questo il motivo per cui una tavola ben apparecchiata, un piatto accuratamente preparato, cibi sani e genuini, ricette gustose, portate servite in modo raffinato sono il modo migliore per godere del cibo.

La dieta in pratica - La dieta del gusto non prevede alcun computo calorico, è una dieta equilibrata che prevede 3 pasti al giorno, se seguita per un mese permette di perdere fino a 3 kg.

La colazione è sempre uguale: un vasetto di yogurt magro (125g); caffè non zuccherato; un cucchiaino di marmellata, (è consigliata la marmellata ai mirtilli, a elevato tenore di antiossidanti); una fetta di pane integrale oppure 4 fette biscottate integrali oppure 6 biscotti secchi con fibre .

LUNEDÌ

Pranzo: un pugno e mezzo di riso al pomodoro; 5 fette di bresaola; verdure alla griglia; 2 mandarini

Cena: una fondina di pasta e ceci; cicoria lessa; una fetta di pane integrale; una mela

MARTEDÌ

Pranzo: un pugno e mezzo di minestra di farro con zucchine; 4 fette di carpaccio; peperoni alla griglia; 3 kiwi

Cena: una fondina colma di minestrone di pasta e verdure miste, senza patate e senza legumi; un palmo e mezzo di mano di orata al forno; insalata di radicchio; una fetta di pane integrale; un'arancia

MERCOLEDÌ

Pranzo: un pugno e mezzo di spaghetti integrali al pomodoro; un palmo e mezzo di sogliola ai ferri; spinaci al vapore; una pera

Cena: una fondina colma di minestra di riso in brodo vegetale (va bene anche quello di dado); un palmo di mano di scaloppina di tacchino al limone; insalata di pomodori; una fetta di pane integrale; 3 kiwi

GIOVEDÌ

Pranzo: un pugno di orzo aromatizzato allo zafferano; una coscia di pollo al forno; cavolfiore bollito; 2 mandarini

Cena: una fondina di pasta e fagioli; insalata belga; una fetta di pane integrale; una mela

VENERDÌ

Pranzo: un pugno e mezzo di spaghetti con le vongole; insalata mista; un'arancia

Cena: una fondina colma di minestrone con riso; un palmo di bistecca ai ferri; broccoli al vapore; una fetta di pane integrale; una pera

SABATO

Pranzo: un pugno e mezzo di orzo con gli spinaci; un palmo e mezzo di nasello lesso con prezzemolo e limone; carote a julienne; 2 mandarini Cena: una fondina colma di minestra di farro; un pugno di mozzarella; insalata di cetrioli e lattuga; una fetta di pane integrale; 3 kiwi

DOMENICA

Pranzo: 2 pugni di maccheroni integrali conditi con 4 cucchiai di ragù di carne; melanzane grigliate, condite con aceto, prezzemolo e aglio; un pompelmo

Cena: una fondina colma di riso in brodo vegetale (va bene anche quello di dado); 2 uova sode; insalata di finocchi; una fetta di pane integrale; una mela

Terminato il mese di dieta, per stabilizzare i risultati raggiunti e perdere ancora un chilo si può seguire per due settimane un programma di mantenimento, leggermente più calorico. Basta aggiungere ai menù della dieta, ogni giorno, una fetta di pane integrale a pranzo e un cucchiaio di olio per condire.

Si può rendere più vario il programma, sostituendo la frutta e la verdura prevista nella dieta con altri tipi di frutta o verdura, meglio se di stagione.

Considerazioni nutrizionali - È una dieta bilanciata che prevede un apporto equilibrato di carboidrati, grassi e proteine; questo regime alimentare ha il vantaggio di non demonizzare alcun alimento poiché non esistono cibi buoni o cattivi in assoluto, tutto dipende dalle porzioni ingerite, dai metodi di cottura e dai condimenti utilizzati

Per chi SI e per chi NO - Tutti possono sperimentare questo regime alimentare

È una dieta molto interessante perché non penalizza il gusto, offre consigli alimentari, ricette e consigli per la cucina light. Permette di ripensare al proprio stile di vita ed elimina la noia di dover pesare gli alimenti, ma suggerisce come imparare a pesarli con le mani.


Articolo letto: 682 volte
Categorie: Cucina, Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook