Dieta Chenot. Ecco una dieta che si basa sull’individuazione del terreno fondamentale del paziente

Catanzaro
12:30 del 06/04/2015
Scritto da Gerardo

L'approfondimento della medicina cinese, dell'agopuntura e della fitoterapia, della cronobiologia e dell'idroterapia lo ha portato ad affrontare in modo complessivo i problemi alimentari dei suoi ospiti/pazienti, di cui tiene in considerazione gli aspetti morfologici (fisici) e psichici, le preferenze per dati sapori.

La Dieta si basa sull'individuazione del terreno fondamentale del paziente, che Henry Chenot divide in "alcalino ossidante", "acido ossidante", "alcalino riduttore", "acido riduttore", nonché sull'esame di nove zone del viso che danno indicazioni assai precise sugli organi più deboli o maggiormente compromessi. Un esempio semplice: chi ha rossori sulla fronte e soffre di problemi circolatori, di cistite o di gas intestinale seguirà per 21 giorni una dieta depurativa per l'intestino tenue, eliminando zucchero raffinato, pane bianco, caffè e salumi.

Prima dei pasti consumerà un centrifugato fresco di verdura e/o di frutta.

I pasti consisteranno di yogurt, riso integrale e pesce. Durante il giorno, tisane specifiche senza zucchero.

In generale, Chenot consiglia un'alimentazione naturale/integrale, l'osservazione delle corrette combinazioni alimentari e l'uso di integratori come lievito di birra e germe di grano sparsi sugli alimenti.

Dieta Chenot: esempio di menù

DIETA CHENOT UN MENÙ TIPO.

Per persone appartenenti al terreno acido ossidante.

Prima colazione (per sportivi o persone molto attive): succo di carote; muesli integrale non zuccherato con germogli di soia o con yogurt naturale; caffè d'orzo.

Prima colazione (per tutti).

succo di carote e mele o arancia o pompelmo, pane integrale con miele o marmellata senza zucchero, un tuorlo d'uovo alla coque o crudo al limone (salvo in caso di ipercolesterolemia).

Pranzo

succo di verdure; verdure in pinzimonio; risotto ai carciofi o agli asparagi.

Cena

frutta cotta; minestrone di verdura; carne o pesce alla griglia.

È importante che il paziente impari a conoscere se stesso e il suo organismo per saperlo gestire bene e garantirgli un buon livello energetico.

Per sentirsi sempre pieni di energia è fondamentale alimentarsi in modo corretto.

La dieta Chenot è un approccio completo ma anche complesso al problema dell'alimentazione. Sicuramente non può essere utilizzata come dieta dimagrante stile fai-da-te, ma richiede impegno, volontà di imparare e di cambiare abitudini.

Dove si può fare.


A Villa Eden a Merano, solitamente per un periodo di cura intensiva di dieci giorni, che comprende anche numerose attività sportive, fisioterapia e alcuni trattamenti estetici. A casa si dovranno mettere in pratica, a vita, gli insegnamenti ricevuti durante il soggiorno a Villa Eden.

Indicazioni della dieta Chenot.

Disturbi dello stomaco e dell'intestino, stanchezza fisica e mentale, ansia, depressione, invecchiamento precoce, convalescenza.


Articolo letto: 693 volte
Categorie: Cucina, Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook