Il segreto del benessere a tavola? È soprattutto nell'ingrediente principe della dieta mediterranea: l'olio extravergine di oliva

Torino
11:00 del 31/10/2016
Scritto da Luca

Il segreto del benessere a tavola? È soprattutto nell'ingrediente principe della dieta mediterraneal'olio extravergine di olivaNon un semplice condimento, ma un prezioso alleato per la salute e la bellezza che non dovrebbe mai mancare sulla nostra tavola. Attenzione, però: pur essendo indispensabile per un'alimentazione attenta alla salute, è altrettanto vero che non bisogna abusarne o utilizzarlo nel modo sbagliato.

I ricercatori non hanno dubbi, l’olio extra vergine d’oliva, è da sempre considerato un protagonista indiscusso della dieta mediterranea. Collocato nel 5’ gruppo alimentare (cioè tra i grassi di condimento), contiene proprietà e caratteristiche che ne fanno alimento imprescindibile in una alimentazione sana ed equilibrata, alla base del nostro benessere fisico e psicologico.

L’olio exta vergine di oliva si ottiene per pressione e filtrazione e le sue caratteristiche chimico-fisiche derivano dalla tipologia di  olive, dal tempo di maturazione di queste, dal tempo di raccolta e dal tempo di lavorazione.

Dal punto di vista nutrizionale, l’olio extra vergine d’oliva apporta molteplici benefici per la salute umana. A spiegarli è la dottoressa Sonia Bolognesi, Biologa Nutrizionista, collaboratrice dello Studio ABR (www.alimentiesicurezza.it)

L’olio ha il rapporto ottimale tra acidi grassi essenziali omega-6 e omega-3. Di conseguenza gli eicosanoidi derivati dalle due molecole iniziali sono bilanciati negli effetti proinfiammatori e antiinfiammatori; se cosi non fosse, aumenterebbero i composti infiammatori (dando infiammazione) in quanto diminuirebbero gli enzimi disponibili per gli omega-3 per la genesi di sostanze anti infiammatorie. Gli omega-6 sono gli acidi grassi più importanti nella regolazione del colesterolo-LDL. Se la sua concentrazione è inferiore al 5% dell’apporto energetico totale dominano gli effetti ipercolesterolizzanti dei grassi trans e dei saturi e il colesterolo “cattivo” aumenterebbe. Gli omega-3 sono importanti per la salute dei vasi sanguigni e funzionano da regolatori delle pulsazioni cardiache (anti-aritmico) a livelli di 0.5-1% dell’apporto energetico totale.

Tra i micronutrienti presenti nell’olio extra vergine d’Oliva bisogna segnalare lo Squalene, è un intermedio della biosintesi del colesterolo, stimola l’acil-coenzima A che governa l’esterificatione del colesterolo e che è in relazione al livello dei trigliceridi. Regola il processo di assorbimento, di sintesi, di esterificazione e di eliminazione del colesterolo ed un’attività antiossidante simile a quella degli trans retinoli.

Carotenoidisono una classe di pigmenti organici, hanno proprietà antiossidanti,  svolgono azione protettiva nei confronti della malattie cronico degenerative come i tumori, proteggono la pelle, rallentano l’invecchiamento cutaneo, prevengono le patologie legate alla vista. I Tocoferolisono potenti antiossidanti. L’alfa tocoferolo è noto come Vitamina E ed è il principale tocoferolo contenuto negli oli di oliva. Rallenta l’invecchiamento, potenzia il sistema immunitario ed è un alleato nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. I Fitosteroli, che sono antagonisti nell’assorbimento del colesterolo ed aiutano a contrastare le malattie coronariche.

“Tra l’altro, cosa fondamentale – ricorda Sonia Bolognesi – i Fitosteroli devono essere introdotti attraverso la dieta, in quanto l’organismo umano non possiede il corredo enzimatico atto a sintetizzarli”.

Polifenolibio fenoli e fenolisono potenti antiossidanti, con azione prevalentemente ANTI INFIAMMATORIA.

Numerosi studi scientifici inoltre hanno dimostrato gli effetti positivi dell’olio extra vergine d’oliva nei confronti dell’ossidazione delle LDL, dei livelli del colesterolo HDL nel sangue, inoltre, il rapporto colesterolo totale/colesterolo delle HDL diminuisce linearmente con il contenuto fenolico dell’olio di oliva.

Perché quindi consumare regolarmente l’Olio Extra Vergine d’Oliva nell’ambito di un regime alimentare equilibrato e vario? 

Ecco nove motivi per farlo: Aiuta a mantenere nel range ritenuto fisiologico i valori lipidici nel sangue.

È fonte di acidi grassi essenziali (chiamati cosi perché l’uomo non ha il corredo enzimatico per sintetizzarli e deve quindi introdurli attraverso la dieta).

Grazie ai polifenoli in essi presenti, aiuta a prevenire il picco glicemico post prandiale, agendo sull’alfa amilasi (rallentandola), di conseguenza l’insulina sarà secreta in maniera minore.

È un alleato nella prevenzione di malattie cronico degenerative come i tumori.

Fa bene alla pelle e ai capelli.

Combatte lo stress ossidativo e la formazione dei radicali liberi, grazie al contenuto di antiossidanti presente in esso.

Essendo di natura lipidica, vitamine liposolubile presenti nel cibo, sono facilmente più assimilabili e biodisponibili.

Rende più appetibile il piatto, esaltandone le qualità organolettiche.

È tanto buono!


Articolo letto: 152 volte
Categorie: Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook