TAGLI ALLE FORZE ARMATE DAL GOVERNO GIALLOVERDE - Sono in arrivo nuovi importanti tagli al bilancio della Difesa per l’anno 2019.

Genova
08:30 del 07/05/2019
Scritto da Gregorio

TAGLI ALLE FORZE ARMATE DAL GOVERNO GIALLOVERDE - Sono in arrivo nuovi importanti tagli al bilancio della Difesa per l’anno 2019. Dopo giorni di voci che hanno fatto seguito alle parole del vice presidente del Consiglio Luigi Di Maio, sono trapelate le prime linee di quello che sarà il disegno di legge relativo al bilancio di previsione dello Stato.

TAGLI ALLE FORZE ARMATE DAL GOVERNO GIALLOVERDE - Nel comunicato stampa del Consiglio dei Ministri dello scorso 15 ottobre, al punto 14 si legge testualmente: “Riduzione delle spese militari – Si prevede una riduzione delle spese militari pari ai fondi necessari per la riforma dei Centri per l’impiego”. 

TAGLI ALLE FORZE ARMATE DAL GOVERNO GIALLOVERDE - In ottemperanza a quanto affermato dallo stesso vicepremier recentemente, la riforma dei centri per l’impiego verrebbe a costare circa un miliardo di euro, ma è ragionevole supporre che la spesa sia superiore. Pertanto c’è da aspettarsi che la decurtazione del bilancio della Difesa per il prossimo anno ammonti a tale cifra.


Il Movimento 5 stelle, infatti, sta usando ogni mezzo possibile per togliere risorse alle Forze armate. Nella proposta di legge sull'acqua pubblica, quella, insomma, con cui i grillini puntano a togliere alle società private italiane la distribuzione idrica per darla ad altrettanti enti pubblici, presentata dai pentastellati, infatti, si dice chiaramente, al capitolo «disposizioni finanziarie», che all'onere «derivante dall'attuazione della presente legge, per quanto attiene al ricorso alla fiscalità generale, si provvede attraverso dotazioni finanziarie iscritte nello stato di previsione del ministero della Difesa a legislazione vigente, per competenza e per cassa, a partire dall'anno 2018, compresi i programmi di spesa relativi agli investimenti pluriennali per la difesa nazionale, le quali sono accantonate e rese indisponibili su indicazione del ministro della Difesa per un importo annuo non inferiore a 1 miliardo di euro, con riferimento al saldo netto da finanziare, per essere riassegnate all'entrata del bilancio dello Stato. Con decreto del ministro dell'Economia e delle finanze - si prosegue -, i predetti fondi sono destinati al finanziamento degli oneri derivanti dall'attuazione della presente legge


Articolo letto: 360 volte
Categorie: , Denunce, Nuove Leggi, Politica


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook