Dall’Euro si esce solo con la guerra, ma nessuno lo ammette. Il caso greco ha definitamente fatto intuire che dall’euro si può uscire solo con una rivoluzione o una guerra come ci insegna la storia.Ecco perchè si tace.

Napoli
17:00 del 18/07/2015
Scritto da Gerardo

Il caso greco ha definitamente fatto intuire che dall’euro si può uscire solo con una rivoluzione o una guerra come ci insegna la storia.Ecco perchè si tace.

Il caso greco è la più palese dimostrazione che l’europa è stretta dalla morsa della dittatura, e la storia ci insegna che si esce da questo genere di situazioni solo con la guerra, ecco perchè i governi dell’ UE con i rispettivi popoli (compreso quello italiano) tacciono, peccando di egoismo di fronte alla tragedia greca, schierandosi addirittura contro una nazione già in ginocchio. Ciò che  porta a questa riflessione è il silenzio ASSORDANTE dei popoli europei dinnanzi alla violenza e alla crudeltà di questa maledetta dittatura europea, rassegnati alla paura e consapevoli di essere finiti in un tunnel senza una via di uscita democratica (lo dimostra il referendum greco che non è servito a nulla).

Non si esce quindi dall’Europa dall’oggi al doMani, bisogna essere attrezzatissimi anche militarmente perché la nato/usa/ue se non si sta ai loro diktat ti distruggono la nazione. Basta vedere cos’è successo in Siria e in Ucraina, per non parlare della Libia, dell’Iraq, dell’Afghanistan ecc…

L’egoismo occidentale ci sta divorando. Ci sta portando alla distruzione. Come possono dei paesi stranieri andare in una nazione estera e saccheggiare tutto il patrimonio pubblico per dei debiti inesistenti? O meglio ancora a causa di una truffa di proporzioni colossali, la sovranità monetaria ceduta ai privati?

Trovate forse giusto distruggere una nazione o la vita di milioni di persone per ripagare della carta straccia? La vita delle persone in questa maledetta Europa, come abbiamo ben visto, non vale nulla. Lasciare milioni di persone senza beni di prima necessità, tagliargli le pensioni, la sanità, l’istruzione e spolpare lo stato di tutto, è giusto? Solo una mente assassina più pensarla così. 

Tornando al caso greco,nulla poteva il giovane Alexis Tsipras contro il muro di gomma con cui si è confrontato, spiegato da ciò che è stato sopra descritto, anche lui abile ma inutile illusionista per poter minimamente cambiare il potere oligarchico che si divide fra Bruxelles, Francoforte e Berlino. I greci hanno creduto in lui ed hanno creduto ancor di più come la forza del proprio voto potesse ancora determinare cambiamenti in un sistema che ancora in troppi credono erroneamente sia fondato su principi democratici, ma non è così.Questa è l’Europa che popoli e governi  sono disposti ad accettare per evitare la guerra…


Articolo letto: 689 volte
Categorie: Denunce, Economia, Politica


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Elisa

18/07/2015 18:51:40
Se pensiamo che dopo l'ultima guerra si pensava a smilitarizzare le nazioni oggi invece stiamo tornando a riarmarci un po tutti chi più chi meno con la scusa dell`isis ma sarà vero solo per proteggerci da eventuali attacchi islamici o per prepararci ad una guerra che ora mai sembra quasi inevitabile
7

Ricerche correlate

Euro - Europa - Crisi - Guerra - Tsipras - Merkel -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook