Andare dal parrucchiere può essere mortale. L'allarme nasce dopo il caso di una donna del Massachussetts di 48 anni

Napoli
08:10 del 11/03/2016
Scritto da Alberto

Andare dal parrucchiere può essere mortale. L'allarme nasce dopo il caso di una donna del Massachussetts di 48 anni. La signora ha citato in giudizio il suo parrucchiere dopo aver avuto un ictus a distanza di due settimane dal suo appuntamento nel salone. La donna ha scoperto che l’ictus era stato provocato dalla posizione scomoda e innaturale assunta durante il lavaggio dei capelli.

Chiunque di noi, dal parrucchiere, avrà notato un certo fastidio, se non dolore, quando il collo si appoggia al lavabo per permettere al coiffeur di operare. E sembra che ogni movimento che causa un’iperestensione della nuca (quando tiri indietro la testa fino a che la posizione non risulta scomoda) può potenzialmente danneggiare una delle quattro arterie che portano sangue al cervello.

Il rischio, ovviamente piuttosto remoto, è che una vena possa bloccarsi a causa della posizione, e quindi potrebbe interrompersi il flusso di sangue al cervello. Lo spiega il dottor Aneesh Singhal, professore di neurologia alla Harvard Medical School. La cosa allarmante è che il danno a una di queste arterie è privo di sintomi e ci si potrebbe accorgere del danno solo davanti ai sintomi dell’ictus: come mal di testa nella zona frontale, dolore alla nuca, difficoltà nel linguaggio, problemi di vista improvvisi, difficoltà nel camminare. Potrebbero volerci giorni o settimane prima che i sintomi possano affacciarsi. In un caso come questo il dottor Singhal sconsiglia l’assunzione di aspirina (consigliata in caso di infarto, ad esempio, in attesa dell’ambulanza) ma consiglia di chiamare subito i soccorsi. Ovviamente prima si tratta un ictus e più si riducono le conseguenze.


 Un caso di ictus cerebrale in una donna uscita dal parrucchiere indica verosimilmente che i 2 avvenimenti sono legati, secondo il rapporto di medici inglesi.

Il rischio sarebbe legato alla posizione che assume la cliente durante lo shampoo. Come solitamente avviene i capelli della donna sono stati lavati in una sedia reclinata con la testa inclinata in dietro. La donna sarebbe rimasta in questa posizione per 5-6 minuti, con il collo ''stirato''.

Proprio questo stiramento eccessivo avrebbe provocato la dissecazione della carotide interna che e' stata osservata alla tomografia eseguita all'Ospedale di Bath, e che ha causato vari piccoli infarti cerebrali con embolia.

Il dott. N. Nwookolo e il dott. D. Bateman individuano nello stiramento del collo la causa che ha provocato la dissecazione della carotide e i consecutivi infarti, per la relazione temporale tra i 2 fatti: infatti la donna ha presentato i sintomi appena uscita dal parrucchiere.

La donna ha presentato difficolta' di deambulazione e di mantenere la stazione eretta, sensazione di torpore progressivo del lato sinistro, che e' progredita fino ad arrivare alla totale incapacita' a usare la gamba sinistra, fino alla impossibilita' totale di muoversi dopo 2 giorni.

I due medici ricordano che la dissecazione della carotide e' sempre piu' osservata nelle pazienti giovani, e indicano che i parrucchieri dovrebbero essere informati del rischio legato a una eccessivo stiramento del collo in dietro durante il lavaggio dei capelli.


Articolo letto: 3981 volte
Categorie: Cronaca, Denunce, Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Parrucchiere - salute - shock - scoperta -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook