Dal maggio 2014 ai neonati verranno inseriti microchip sottocutanei rilevabili anche con Gps, per evitare rapimenti o scomparsa, la notizia riportata da un quotidiano ha fatto scalpore, ma è una bufala.

Bologna
16:47 del 16/12/2013
Scritto da Luca

La notizia ha fatto strabuzzare gli occhi a tutte le gestanti che sono in previsione di partorire da maggio 2014 in poi. In tutta Europa entrerà in vigore a partire da questa data l'obbligo di installazione a tutti i neonati di un microchip sottocutaneo.

L'Annuncio è stato divulgato tre giorni fa dal quotidiano il Corriere del Mattino dove si legge: ' Il microchip è un circuito integrato applicato nel tessuto sottocutaneo. I microchip sono delle dimensioni circa di un chicco di riso e sono basati su una Tecnologia passiva Nwo. I microchip sono particolarmente utili in caso di rapimento o scomparsa dei bambini. Molte nazioni già utilizzano e richiedono il microchip insieme alla vaccinazione. Da Maggio 2014 entrerà in vigore, in tutta Europa, l’obbligatorietà di sottoporre i neonati all’installazione del microchip sottocutaneo che dovrà essere applicato negli ospedali pubblici al momento della nascita'.

Secondo le fonti dette l'installazione avverrà in modo indolore, sottocutanea nel gomito sinistro, privo di terminazioni nervose. Sarà possibile impiantare gratuitamente il microchip anche nei bimbi nati prima del mese di maggio 2014, in questo caso compilando un modulo ed inviando la richiesta all'ASL di appartenenza.

Il microchip, sempre secondo il giornale , sarebbe dotato di rilevatore Gps collegato ad un satellite e di una microbatteria sostituibile ogni due anni. Il dispositivo consentirebbe di rilevare la posizione del bambino con un margine di errore di soli cinque metri.

Ma ….... mamme state tranquille, vivete serenamente la vostra gravidanza, nulla di tutto ciò verrà fatto ai vostri bimbi. La notizia, anche se si è diffusa in modo virale, è solo una bufala, architettata ad arte, ma una bufala.
E' bastato fare alcune ricerche in rete per smontare il caso, e smascherare l'imbroglio. Infatti, in primo luogo il Comitato Consultivo per il Controllo della Popolazione (CCCP) citato dagli autori della notizia non risulta essere mai esistito e, in secondo luogo non è vero che nel gomito non ci sono terminazioni nervose. Chi non è mai stato vittima del c.d. 'colpo della suocera', la scarica elettrica che si sente quando si batte forte il gomito, proprio per i nervi ivi presenti.

Del resto per avere conferma basta visitare un qualsiasi sito di informazione medica.
La notizia del microchip era stata ripresa in rete da diversi blog, le bufale non smettono mai di appassionare una parte di utenti della rete. Così succede che alcuni presunti siti di informazione 'si divertono' spesso a diffondere notizie prive di alcun fondamento ma capaci creare allarme in chi incappa suo malgrado nella notizia.


Articolo letto: 3588 volte
Categorie: Curiosità, Medicina, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

neonati - microchip - obbligatorio - nascita - gomito - 2014 - maggio -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook