Situazione critica per le borse mondiali,un'ondata di vendita che non ha risparmiato nessun comparto, dalle valute alle materie prime travolgendo anche beni considerati di 'rifugio' come l'oro

Roma
10:17 del 21/06/2013
Scritto da Alberto

Caos e preoccupazione per le Borse di tutto il mondo, un'ondata di vendita che non ha risparmiato nessun comparto, dalle valute alle materie prime travolgendo anche beni considerati di 'rifugio' come l'oro considerato da sempre una fortezza in cui rifugiarsi nei giorni di tempesta. Solo per dare alcuni numeri, le Borse in Europa hanno bruciato 230 miliardi, Piazza Affari 11 miliardi, mentre Wall Street con il Dow Jones ha perso 300 punti registrando la peggior seduta del 2013.

La tempesta si è abbattuta sul listini di tutto il mondo con il doppio colpo inferto a poche ore di distanza dalla Federal Reserve e dalla Cina. Ma la parte occidentale ha un'importanza maggiore, con il presidente delle Fed che ha tenuto subito a precisare che le nubi sull'economia e sul lavoro stanno piano piano andando vi. Se come da previsioni si andrà verso un tasso di disoccupazione al 6,5% nel 2014, potrebbe essere opportuno ridurre gli acquisti di Bond già alla fine di quest'anno, per interromperli definitivamente a metà 2014. Bernake ha Annunciato la chiusura dei rubinetti che hanno invaso la liquidità a basso costo il mercato.

Segnali molto preoccupanti sull'espansione economica arrivano dalla Cina. L'indice Manifatturiero del colosso asiatico, Pmi, è sceso ai minimi storici dal nove mesi a questa parte. Arretrata a 48,3 punti, dai 49,2 punti di maggio, assestandosi ben al di sotto dei 50 punti che separano le fasi di espansione da quelle di contrazione dell'economia la rilevazione flash di Hsbc. L'indice Msci Asia Pacific delle principali azioni della regione è arrivato a perdere oltre 3,5%. Nikkei ha chiuso con un -1,74%, mentre Hong Kong e Shanghai con -2%.

In Europa è stata una giornata di vendite, amplificati dall'apertura in ribasso di Wall Street con Piazza Affari che perde oltre 3 punti percentuali. Difficoltà anche per le Banche, Fiat e Saipem. Londra ha chiuso con il -2,98%, Francoforte -3.28% e Parigi -3,66%. Lo spread tra Btp e Bund sfiora quota 290 in chiusura (288). La Spagna paga la tensione con un forte rialzo del tasso di rendimento dei decennali. L'euro chiude in deciso calo a  1,3179 dollari, prossimo ai minimi da due settimane.

Disoccupazione sempre più critica negli Usa. Il Dipartimento del Lavoro ha reso pubblico che so state registrate 354 mila domande, 18 mila in più rispetto la scorsa settimana. Il discorso fatto dal capo della Fed ha aggravato la situazione delle borse, con il Dow Jones che crolla sotto la soglia dei 15 mila punti e cedendo il 2,34%.

Fronte materie prime. Nonostante i ribassi l'oro non è premiato come accede solitamente. Lo spot cede sei punti percentuali e tratta quota 1305 dollari l'oncia. Si tratta del dato più basso da settembre 2010 ad oggi. Perde addirittura otto punti percentuali l'argento spot, ma se la passa male anche il Petrolio, che dopo i dati negativi sull'attività manifatturiera cinese, a New York viene scambiato a 94,94 dollari subendo il -3,36% con il peggior risultato degli ultimi sette mesi.


Articolo letto: 1931 volte
Categorie: Economia, Finanza


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Matteo

26/06/2013 23:42:35
Tutto il mondo risente della crisi perché tutto e' collegato assieme come una fitta ragnatela. Se l'Italia ha subito una forte decelerata e' perché la sua amministrazione non ha saputo ben gestire le sue entrate. In un sistema del genere così correlato,ecco che tutti gli Stati guardano con preoccupazione anche la piccola Grecia, perché i propri soldi sono in circolo anche li
0

Gerardo

26/06/2013 10:37:56
io sono un investitore nel trading, cioè sul modo di agire sui mercati finanziari basato sulle coppie di valute, ovvero euro dollaro, euro yen ecc.. questa settimana per me è stata durissima, i profitti sono stati quasi nulli e le perdite consistenti. Ogni volta che parla Mario Draghi i mercati oscillano paurosamente !
0

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook