Criminalità organizzata e omertà | Rubrica sociale del blog di informazione Italiano Sveglia

Massa Carrara
09:57 del 08/02/2015
Scritto da Gerardo

La mafia/camorra è un organizzazione da definire come il buio che circonda fino a far sparire la luce, non si trova solo al sud, ma lì colpisce più duramente la popolazione che per difendere i propri cari tace. Quando la mafia è presente su un territorio è difficile vivere serenamente e senza pesi sul cuore, con la paura di essere attaccati da un momento all'altro. Se l'Italia fosse più unita e combattesse insieme la mafia il potere di un'unica grandissima squadra vincerebbe sulla forza e sull'egemonia di queste persone che nascoste non fanno sanguinare solo il sud, ma i cuori di migliaia di persone. Purtroppo, però, è allo stesso stato che conviene avere una criminalità organizzata sul territorio.

Non vi sono modi per sconfiggere la mafia se non restare uniti e cancellare l'omertà, la forma di paura che non ci permette di combattere il male e che ci tiene sulle spine fino a che ormai troppo tardi il buoi colpisce. La nostra unione e le nostre parole sono le medicine contro questa nuova massa che emerge e ci sommerge. Quando c'è di mezzo la paura anche le più drammatiche situazioni sono coperte addirittura con la cecità. Quando la paura è il male anche le nostra parole vengono taciute.

L'unico modo per combattere davvero la mafia, il buio è quella di gridare "io non ho paura.." e di avere il coraggio di denunciare tali atti che vanno contro diritti uMani, contro persone innocenti e contro la società e la sua unione. Quando tutti noi decideremo di non avere più paura del bui e quando finalmente avremo il coraggio di irradiare le nostre menti contorte dalla paura, allora solo noi saremo liberi da questa oppressità. Solo quando tutti insieme mano per mano grideremo " basta!", la mafia cesserà di colpire perchè capirà che brutalità e potenza non sono armi degne di lealtà e unità!

Nel nostro immaginario un Padrino così potente vive in lussuose ville, attorniato da guardie del corpo e da subalterni ed ha un aspetto inquietante; così, siamo rimasti abbastanza sconcertati quando, davanti alle telecamere, abbiamo visto un vecchio dall’aspetto innocuo (Riina) e dallo sguardo rassegnato e smarrito che arrancava in mezzo agli agenti incappucciati che lo avevano arrestato. Viene naturale chiedersi come poteva un uomo così essere al comando di tutte le famiglie mafiose, uno sul cui capo pende una serie innumerevole di condanne per reati gravissimi come l’omicidio; eppure è tutto vero, quel vecchio aveva lo scettro del comando, a lui non interessava vivere nel lusso o mangiare cibi sofisticati, aveva quello che nel suo mondo e per la sua concezione di vita è la cosa più importante, aveva il potere, comandava, decideva, godeva di protezione e coperture importanti.

Oggi il concetto di criminalità organizzata è molto cambiato, i loro costumi sono cambiati. Se un paio di decenni fa avevano un “codice d’onore”, oggi tutto questo non c’è più, perché vengono colpiti anche donne e bambini. La mafia non è più nello stile del Padrino, è diventata ancora più forte. La criminalità organizzata oggi risiede nelle aziende, nei ristoranti, nelle catene commerciali, dove è quasi impossibile scovarli, perché imprenditori.

Cosa ne pensi della criminalità organizzata in Italia? ESPRIMI IL TUO GIUDIZIO E DAI UNA VALUTAZIONE IN BASSO DA 1 A 10 SULLA LOTTA ALLA MAFIA DA PARTE DELLO STATO


Articolo letto: 1643 volte
Categorie: Editoria, Politica, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Maria

08/02/2015 10:05:44
Ogni persona che si aggiunge alla mafia in generale contribuisce a far degradare l'italia. All'inizio ti sembrerà di sentirti forte, poi ti renderai conto che sarai usato come mezzo per fare soldi, un oggetto praticamente. Tutti quelli che conosci che ne fanno parte sono causa della diossina che vi mangiate nei pomodori che coltivate, della munnezza e di tutte le morti causate. Scegliete voi! Scegliete di lavorare onestamente o di far soffrire madri e padri di tante altre famiglie.
4

Paolo

08/02/2015 10:05:30
Purtroppo la camorra nasce già sotto il dominio spagnolo e tutt'ora esiste. Parlare di camorra, mafia, ndrangheta e sacra corona unita( organizzazione mafiosa pugliese) è sempre delicato;
Riguardo le serie televisive fanno bene a mandarle in onda così abbiamo conosciuto una realtà nn proprio lontana da noi, e i ragazzi non devono assolutamente immedesimarsi nei panni di Totò Riina o di Savastano.
4

Carmine

08/02/2015 10:05:16
Io vivo a napoli (pianura) qui c'è la camorra ma diciamo che nn si vede anche xchè quelle suore di clausura dei carabinieri di pianura nn fanno un ca..o e quindi comandano loro, vivere in certi posti di napoli e difficile!!!!qui a pianura i ragazzi girano con la droga in mano quasi davanti la polizia !!!!! e la stazione dei carabinieri sta a 20 metri dalla casa di un camorrista che vergogna!!! Comunque Saviano è un grande bisogna attirare l' attenzione dei media!!!!
5

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook