Crescione. Il poeta Giovanni Pascoli la definiva "il pane dei romagnoli": è la piadina, la tipica sfoglia di farina, strutto (o olio d'oliva), acqua e sale

Bologna
08:30 del 27/02/2016
Scritto da Carla

Crescione

Il poeta Giovanni Pascoli la definiva "il pane dei romagnoli": è la piadina, la tipica sfoglia di farina, strutto (o olio d'oliva), acqua e sale. C'è anche un altro modo per gustare questo street food nostrano, realizzando il crescione (o cassone), ovvero delle piadine chiuse a mezzaluna e farcite con diversi ingredienti. Noi vi proponiamo tre ripieni diversi a base di erbette, pomodoro e mozzarella o patate e salsiccia, ma voi potrete dare sfogo alla vostra fantasia in cucina, facendo solo attenzione a non bucare l'impasto mentre preparate il crescione, per non rischiare che il ripieno fuoriesca!

Ingredienti per l'impasto (per 12 crescioni)

Farina tipo 00 500 gr Strutto 75 g Bicarbonato 2 g Sale 6 g Acqua tiepida 200 ml

PER IL RIPIENO DI ERBETTE

Spinaci 250 g Bietole 250 g Cipolle 1 grossa Olio di oliva extravergine 20 gr Sale 1 pizzico Pepe q.b.

PER IL RIPIENO DI SALSICCIA

Patate 400 g Salsiccia tipo luganega 200 gr Sale 1 pizzico Pepe a piacere

PER IL RIPIENO AL POMODORO

Mozzarella 125 g Passata di pomodoro 200 ml Olio di oliva extravergine 20 gr Origano 1 manciata Sale 1 pizzico

Preparazione

Crescione


Per preparare il crescione, iniziate dall'impasto che è lo stesso delle piadine: sciogliete il sale nell'acqua tiepida (1), mentre in una ciotola versate la farina setacciata e lo strutto (o la stessa quantità di olio d'oliva) (2). Poi unite anche l'acqua in cui avete disciolto il sale e il bicarbonato (3).

Crescione

A questo punto iniziate ad impastare inizialmente direttamente nella ciotola (4), poi energicamente su un piano di lavoro, per rendere l'impasto liscio e omogeneo (5). Formate una panetto e mettetelo in una ciotola coperto con pellicola trasparente (6) (potete anche solo avvolgerlo nella pellicola trasparente): dovrà riposare almeno 30 minuti in un luogo fresco.

Crescione

Nel frattempo dedicatevi ai ripieni: per quello con patate e salsiccia, fate bollire le patate (7) (per accorciare i tempi potete utilizzare la pentola a pressione), fino a quando non riuscirete a infilzarle con i rebbi di una forchetta. In una padella rosolate la salsiccia privata del suo budello e sgranata con un filo d'olio (8). Quando le patate saranno cotte, passatele e raccogliete la polpa in una ciotola (9)

Crescione

quindi unite la salsiccia (10), mescolate gli ingredienti e tenete da parte al caldo. Per il ripieno di pomodoro e mozzarella, cuocete la passata di pomodoro con un filo d'olio (11), affettate la mozzarella e lasciatela scolare per eliminare il siero in eccesso (12).

Crescione

Per il ripieno alle erbette tritate finemente la cipolla (13) e fatela rosolare a fuoco bassissimo con un filo d'olio perchè appassisca dolcemente. Quando sarà ammorbidita, versate gli spinaci e le bietoline precedentemente lavati e spezzettati grossolanamente (14). Salate, pepate (15) e lasciate appassire le verdure mescolando di tanto in tanto.

Crescione

Riprendete l'impasto e dividetelo in 12 pezzi di circa 65 gr l'uno (16). Date a ciascuno una forma rotonda e stendetelo con il mattarello (17): dovrete ottenere 12 dischi spessi circa 1 mm e di 20 cm di diametro. Se avete un coppapasta di questo diametro potete usarlo per ottenere delle forme più definite (18).

Crescione

Farcite i crescioni con i diversi ripieni, disponendo la farcitura su una metà del disco, facendo attenzione a lasciare almeno 1 cm dal bordo: condite 4 dischi con le erbette (19), 4 con il pomodoro e la mozzarella (20) e gli altri 4 con salsiccia e patate. Quindi spennellate i bordi con poca acqua e richiudete i dischi a mezza luna (21).

Crescione

Sigillate i bordi esterni pressando leggermente con i rebbi di una forchetta (22), poi cuoceteli su una crepiera o una padella antiaderente scaldata in precedenza. Dovranno cuocere alcuni minuti per lato (23); quindi servite i crescioni caldi o tiepidi (24)!

Conservazione

Potete conservare i crescioni in frigorifero chiusi in un contenitore ermetico per 1-2 giorni e scaldarli all'occorrenza.

Si possono congelare se avete utilizzato tutti ingredienti freschi non decongelati.

Consiglio

Se volete provare un altro modo classico per preparare i crescioni, farciteli con zucca e patate!

Curiosità

Il nome "crescione" deriverebbe dal ripieno che tradizionalmente si utilizzava per farcire questi calzoni romagnoli: il crescione appunto, termine con cui si identificano alcune piante aromatiche. Come spesso accade a seconda della zona sono nate versioni di ripieni diverse e oggi i crescioni si possono gustare nelle piadinerie farciti con gli ingredienti più disparati.


Articolo letto: 1346 volte
Categorie: Cucina


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Crescione - ricette - ricette facili - cucina -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook