Si tratta di una scoperta che sta già facendo discutere la comunità scientifica quella avvenuta a Courmayeur, in Valle d’Aosta.

Aosta
05:00 del 13/06/2017
Scritto da Samuele

Si tratta di una scoperta che sta già facendo discutere la comunità scientifica quella avvenuta a Courmayeur, in Valle d’Aosta. È stato ritrovato tra la neve del versante sud del Monte Bianco un essere di fattezze riconducibili a quelle aliene. La scoperta è stata fatta casualmente giovedì 8 giugno da Umberto A., 34 anni. “Stavo facendo una camminata quando ad un certo punto ho notato qualcosa di strano nella neve. Incuriosito mi sono avvicinato, e con grande stupore ho scoperto che si trattava di un alieno. Ho chiamato subito due miei amici e a poco a poco la curiosità ha attratto altra gente sul luogo”. Sul posto sono giunti anche degli studiosi e in particolare un esperto di alieni che hanno stilato il primo resoconto della scoperta. L’alieno è poi stato trasportato presso il centro di ricerche biologiche di Aosta, dove verrà anche analizzato il suo DNA.



La notizia si è diffusa rapidamente all’interno del mondo scientifico, e non si sprecano le ipotesi.

Quel che è sicuro è che l’aspetto della creatura non è certamente riconducibile a quello di una specie vivente già conosciuta, e quindi si dà per scontato che provenga da un altro pianeta. Come sia arrivato qui e come mai proprio a Courmayeur resta un mistero. I residenti sostengono di non aver sentito nessun rumore sospetto, né di aver visto qualcosa di insolito negli ultimi giorni.
Dalle prime indiscrezioni trapelate delle ricerche effettuate l’alieno sembrerebbe morto da diversi giorni, ma il suo corpo risulta perfettamente  conservato grazie alle basse temperature.
È la prima volta che viene fatta una scoperta del genere in Italia. Sono state segnalate in passato presenze aliene, ci sono anche diversi filmati in circolazione, ma non è stato mai trovato un alieno morto, che adesso potrà essere analizzato per capirne di più.


Anzitutto dovrà essere accertata scientificamente l’origine extraterrestre. Poi bisognerà capire da dove è arrivato e come abbia fatto ad arrivare fino a qui.
In Italia dall’inizio dell’anno sono stati documentati oltre 5000 avvistamenti di oggetti volanti non identificati. Un dato che sembra andare oltre la media, che tendenzialmente sta sulle 3000 all’anno, senza contare che siamo ancora a giugno. Si preannunciano, dunque, notizie interessanti, soprattutto per chi è da sempre appassionato sulla materia e per chi si chiede costantemente se non siamo soli nello spazio.

http://www.sky24ore.it/2017/06/12/valle-daosta-scoperto-alieno-nella-neve-gli-scienziati-studiano-caso/


Bufala del webQuesta notizia è una bufala del web. Italiano Sveglia!!

Articolo letto: 479 volte
Categorie: , Bufale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook