AL PD e a Renzi questa riforma gliela chiede l'Europa...loro, i pdinni,con i gironlisti leccaculo al seguito, non capiscono un cazzo ne di riforme, ne di economia...sono solamente gli emissari dell'Europa in Italia a 20.000 euri mensili.. Il PD non ha mai infatti avuto un'identità politica...loro sono gli esecutori politici in Italia della commissione europea.

Bologna
07:30 del 21/11/2016
Scritto da Samuele

AL PD e a Renzi questa riforma gliela chiede l'Europa...loro, i pdinni,con i gironlisti leccaculo al seguito, non capiscono un cazzo ne di riforme, ne di economia...sono solamente gli emissari dell'Europa in Italia a 20.000 euri mensili.. Il PD non ha mai infatti avuto un'identità politica...loro sono gli esecutori politici in Italia della commissione europea.
Naturalmente le parole del cazzaro contro l'Europa in questi giorni è solo una manfrina elettorale..
Che schultz o un juncker debbano dettare legge in Italia, utilizzando il cazzaro e quattro gallinacce a lui vicine a me dà terribilmente fastidio..e penso sia ora di finirla..
L'altra faccia della medaglia sono poi i 5 stelle, esperti nel farsi male da soli e darsi la zappa sui piedi..a cominciare dal candidato premier, di fatto, Di Maio..persona in gamba e da ammirare, ma per fare il premier forse ci vuole qualche qualità in più...ma di questo ne riparliamo dopo il referendum..

La Costituzione è di tutti, non del Pd: ecco perchè #iodicono


Il Pd dice: “Dopo che si aspettava da 40 anni noi abbiamo fatto questa Riforma.” Vero. Ma in che senso?

Questa è un’informazione vera, ma io non ne andrei tanto orgoglioso. Non si tratta di una riforma qualsiasi, si tratta della Costituzione. E la Costituzione per sua natura deve essere condivisa da tutti. Il patto costituzionale è qualcosa in cui tutti si devono riconoscere.

Le regole del gioco non le fa un giocatore solo, la Costituzione che ha retto per 70 anni questo paese è stata approvata dal 83% dell’Assemblea Costituente; un’assemblea eletta con metodo proporzionale in elezioni a cui hanno partecipato oltre l’85% degli italiani. Oggi siamo di fronte a una Costituzione che ha dietro un partito che ha avuto il 25% dei voti, con pochi alleati che tutto sommato non superano il 6 – 7%, quindi questa è una Costituzione di minoranza imposta da una minoranza a tutti gli altri.

Si fa passare un precedente gravissimo, per il quale ogni maggioranza occasionale in Parlamento modifica la Costituzione come gli pare. Questa è la fine della Costituzione in quanto idea. Ogni Costituzione diventerà una Costituzione di passaggio che rispecchierà i rapporti di forza di una particolare legislatura. Costituzioni di partito che non potranno che spezzare l’idea di Costituzione come patria comune, in questo senso Renzi ha già fatto un grave danno. Qualsiasi sia l’esito del referendum, -noi auspichiamo la vittoria del No e con larga maggioranza- è però ragionevole che o il sì o il no ottengano un cospicuo risultato non inferiore probabilmente al 30 35%, e quindi avremo spaccato il paese sul tema come la Costituzione. Comunque vada avremo rotto l’idea di un patto di “tutti intorno alla Costituzione“. Altrettanto potremmo dire della legge elettorale.


Articolo letto: 590 volte
Categorie: Denunce, Economia, Politica


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi delle promesse elettorali di Matteo Renzi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Flora

21/11/2016 11:04:00
Il GOVERNO PD :: Già cominciano con i BROGLI !!
denuncia di Edoardo Livolsi,
italiano residente a Praga che, dopo aver votato per il referendum, ha "" per errore""... ricevuto un altro plico elettorale dall'Ambasciata d'Italia con tutto il materiale necessario.
Broglieranno peggio di come hanno brobliato alle Elezioni EUROPEE !!!
... Aiutooo!!
5

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook