COSA VEDERE AD ENNA - Enna è un comune di circa 28.000 abitanti ed è il capoluogo della Provincia omonima.

Enna
19:00 del 27/12/2016
Scritto da Gerardo

COSA VEDERE AD ENNA -Enna è un comune di circa 28.000 abitanti ed è il capoluogo della Provincia omonima. È noto come la località situata più in alto d'Italia e d'Europa per via dell'altitudine del centro abitato che tocca i 970 metri sopra il livello del mare.

A differenza di molti altri capoluoghi siciliani di provincia, Enna non ha da offrire ai suoi visitatori delle attrazioni di fama mondiale. Tuttavia, vi consigliamo di fare una breve passeggiata attraverso l’incantevole centro storico. La città, che gode di una posizione panoramica su una collina, continua ad incantare con delle splendide viste panoramiche apprezzabili dal centro storico. Una passeggiata lungo la strada principale fino al Castello di Lombardia vale la pena in ogni caso. Dal castello si gode di una vista magnifica sulla provincia fino al vulcano Etna.

COSA VEDERE AD ENNA -Enna, nota anche con la denominazione romana "Urbs Inexpugnabilis" a causa della sua difficoltà nell'essere espugnata, ha vissuto un passato glorioso dei quali porta traccia nei suoi monumenti più importanti. Attraverso questa guida vedremo come si può visitare il comune di Enna in un solo giorno, cercando di cogliere tutti gli aspetti più interessanti di questa località.


COSA VEDERE AD ENNA -Per prima cosa vediamo come arrivare a Enna. Se decidiamo di viaggiare in aereo, dobbiamo sapere che l'aeroporto più vicino è quello di Catania, che dista circa 100 chilometri da Enna. L'aeroporto di Catania è servito dalle maggiori compagnie di bandiera e low cost, per cui non dovrebbe essere un problema individuare il volo più adatto alle nostre esigenze. Una volta atterrati, bisognerà raggiungere la stazione di Catania utilizzando un autobus o un taxi. Da qui prenderemo un treno che ci porterà direttamente alla città di Enna. Se invece preferiamo viaggiare in macchina, il viaggio risulterà abbastanza lungo e complicato, soprattutto per chi proviene dal nord Italia. In questo caso, bisognerà percorrere l'autostrada A3 e prendere l'uscita Villa San Giovanni e da qui bisognerà imbarcarsi per Messina. Una volta giunti a Messina sarà necessario percorre l'A18 fino a Catania e l'A19 fino a Palermo per poi prendere l'uscita per Enna. Se infine decidiamo di prendere un traghetto, una volta che saremo giunti a Catania, che è il porto con i maggiori collegamenti verso l'Italia, ci basterà semplicemente prendere un treno per raggiungere Enna.

È importante sapere che il comune di Enna è suddiviso in 2 macro-aree: Enna Alta ed Enna Bassa (sede dell'università), alle quali si aggiunge la frazione di Pergusa, situata nei pressi dell'omonimo lago. Enna alta è il centro storico della città e lì possiamo trovare quasi tutte le attrattive. Essendo una piccola città arroccata su un monte la si può visitare tutta in un giorno solo. Salendo a Enna si giunge in zona "Balata", ovvero l'antico centro della vita economica e sociale della città.


Continuando a risalire la Via Roma troviamo, in ordine, la Chiesa e il convento di San Marco, Piazza Umberto I e il Teatro Garibaldi in stile neoclassico.  Proseguendo ancora, troveremo la Chiesetta dell'Addolorata, il Municipio cittadino, accanto al quale si erge l'antico campanile gotico di San Giovanni, Piazza Garibaldi, su cui si prospettano il Palazzo del Governo e l'edificio della Provincia (costruzioni di epoca fascista), Piazza Napoleone Colajanni con la statua di bronzo e Palazzo Pollicarini (edificio Barocco tra i più importanti della città).

A sinistra della "Balata", proseguendo la via Roma verso la zona Monte di Enna, troviamo: Piazza Matteotti e Piazza Neglia, caratterizzate per la presenza delle chiese barocche di San Cataldo, San Tommaso e Delle Anime Sante. Continuando il percorso, si giunge alla parte più moderna di Enna Alta, cioè la zona sitata a Monte. Subito a sinistra si trova l'imponente Torre di Federico II di Svevia, all'interno dell'omonima Villa (assieme al Castello simbolo della città) e nella parte più alta Piazza Europa, sede del mercato settimanale, e la Chiesa di Montesalvo in cui è presente l'obelisco in rame che indica il centro geografico della Sicilia.


Articolo letto: 382 volte
Categorie: , Luoghi da visitare, Viaggi


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook