COSA VEDERE TRIESTE - Città di vento, di mare e di colline panoramiche. Nonché di genti provenienti da ogni dove.

Trieste
16:00 del 13/03/2017
Scritto da Gregorio

COSA VEDERE TRIESTE -Città di vento, di mare e di colline panoramiche. Nonché di genti provenienti da ogni dove. Ai piedi dell’altopiano del Carso e affacciata sul golfo omonimo accolto nell’alto Adriatico, Trieste si pone da sempre come terra di confine. Non solo di natura geografica – segna un’immaginaria frontiera tra Europa occidentale e centro-meridionale – ma anche culturale, in quanto crocevia di popoli da tempo immemore.

COSA VEDERE TRIESTE -Umberto Saba, che qui nacque e visse, la definì come una città dalla “scontrosa grazia”, Paolo Rumiz come un “luogo-rifugio che Dio ha messo in fondo al Mediterraneo solo per rimescolarvi ogni tanto acqua e aria col suo mestolo terribile, la Bora”.

COSA VEDERE TRIESTE -Palazzi prestigiosi, punti panoramici, grandi piazze e luoghi di culto di vari credo ne caratterizzano il centro, dominato dalla presenza del mare che scompare e riappare ad ogni angolo, sotto forma di timidi scorci o ampi orizzonti. E che ogni anno, a ottobre, ospita una delle più partecipate regate veliche del mondo, la famosa Barcolana. Scopriamo ora cosa vedere a Trieste in un tiepido weekend primaverile.

La Città Vecchia – Questa non è altro che l’ampio centro storico del capoluogo giuliano. Potrete passeggiare per strade tortuose e osservare delle abitazioni dall’aspetto tipicamente medievale. In alcune zone potrete invece ammirare l’influenza austriaca grazie ai tantissimi palazzi che fanno pensare a Vienna, ma anche grandi edifici in stile neoclassico, liberty e barocco. Sicuramente non potrete far altro che apprezzare anche la Piazza dell’Unità d’Italia che, ampia e affascinante, si affaccia sul mare offrendo un’atmosfera e un panorama mozzafiato. Nel centro storico potrete ammirare inoltre l’Arco di Riccardo, costruito nel 33 d.C. all’interno delle mura romane, che si trova precisamente nella Piazzetta Barbacan. Ovviamente, prima di avviarsi verso il centro storico, è utile ricordare che quasi l’intera area è chiusa al traffico. Pertanto, dovrete organizzarvi per visitarla a piedi posteggiando l’auto nei parcheggi nelle immediate vicinanze della Città Vecchia, oppure potrete raggiungerla grazie ai trasporti pubblici.

Il Museo Revoltella – Questo museo rimane da sempre nei ricordi di ogni visitatore amante dell’arte e della cultura. È stato donato alla città nel 1869 dal barone Pasquale Revoltella, un mecenate che si circondava di preziose opere d’arte. Per questo motivo, al suo interno troverete una più belle collezioni risalenti al 19° secolo, ma anche qualche capolavoro di arte moderna e contemporanea italiana.
Via Diaz 27 – 34123 Trieste – Italia

Il Museo Civico di Storia, Arte e Orto Lapidario – Questa struttura ospita vari ritrovamenti archeologici e importanti collezioni storico/artistiche. Tra reperti preistorici, sculture ed epigrafi sia dell’epoca romana che medievale, potrete ammirare anche qualche reperto appartenente alle antiche civiltà degli egizi e dei greci.

Il Museo di Storia Naturale – Questo museo offre ci insegna molto riguardo alla zoologia, alla botanica, alla geologia, alla paleontologia e alla mineralogia, presentando collezioni davvero affascinanti.
Via dei Tominz, 4, 34139 Trieste

Il Teatro Romano – La struttura si trova ai piedi del colle di San Giusto, si affaccia sul mare ed è principalmente realizzata in pietra. Sfruttando la pendenza collinare, il teatro è stato costruito in maniera impeccabile. Un tempo era valorizzato anche dalla presenza di alcune statue, che attualmente sono conservate all’interno del Museo Civico.

Il Faro della Vittoria – Questa è davvero una grande e imponente opera da non perdere. Fu realizzata grazie all’architetto Arduino Berlam e allo scultore Giovanni Mayer. È un monumento affascinante che ai tempi aveva non solo la funzione di illuminare il golfo di Trieste e di ottimizzare la navigazione delle imbarcazioni, ma anche di commemorare i caduti della Prima Guerra Mondiale.  Il faro è particolareggiato dalla presenza di una statua di rame firmata dall’artista Giovanni Mayer, sotto alla quale è affissa l’ancora della prima nave italiana arrivata nel porto di Trieste nel lontano 3 novembre del 1918.

Le chiese – Come abbiamo detto in precedenza, Trieste è una città cosmopolita, e questo è dovuto anche al fatto che all’interno di essa si incontrano più religioni. Infatti, potrete trovare una chiesa greco-ortodossa, una chiesa serba-ortodossa, una luterana e una sinagoga. Quest’ultima è quella più suggestiva e affascinante. È stata costruita nel 1912 e si rivela una delle più grandi d’Europa. La potrete visitare la domenica e il giovedì, ma solo accompagnati da una guida. In alternativa, il consiglio è di non perdere il Museo della Comunità Ebraica di Trieste “Carlo e Vera Wagner”, che consente di conoscere un po’ più da vicino questa religione e di ammirare tantissimi oggetti in argento e prestigiosi tessuti.

Il Museo della Risiera di San Sabba – Come dicevamo, alla Risiera di San Sabba c’era l’unico campo di concentramento nazista presente in Italia e visitando questo museo è possibile conoscere i segreti del lager e capire le principali differenze tra questo ed i campi polacchi e tedeschi.
Via Giovanni Palatucci, 5, 34148 Trieste

Il Museo Ferroviario di Trieste di Campo Marzio – Questo è un museo dedicato ai mezzi di trasporto del passato, dove potrete osservare e ammirare tantissimi modelli, progetti, vecchi motori, vagoni e anche i tram che tanto tempo fa giravano per Trieste trainati dai cavalli.
Via Giulio Cesare, 1, 34123 Trieste


Articolo letto: 236 volte
Categorie: , Luoghi da visitare


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook