COSA VEDERE COIRA - Celti, romani, ostrogoti, franchi: tutti questi popoli un tempo hanno dominato Coira perché considerata la porta di accesso a importanti rotte commerciali e valichi alpini.

Roma
16:00 del 19/05/2017
Scritto da Gregorio

COSA VEDERE COIRA - Celti, romani, ostrogoti, franchi: tutti questi popoli un tempo hanno dominato Coira perché considerata la porta di accesso a importanti rotte commerciali e valichi alpini. Ora resta un passato di più di 5.000 anni di storia, testimoniato da reperti nel neolitico, dell'età del bronzo e romani, nonché da pregevoli edifici di epoche più recenti, come la Cattedrale della Sede Vescovile antica di 800 anni.
COSA VEDERE COIRA -La visita guidata della città farà scoprire agli appassionati di storia le vestigia del passato, informandoli sugli orribili eventi delle guerre civili e sugli aspetti gradevoli dei tempi di pace. Ancora oggi Coira è il centro commerciale e il capoluogo di una grande regione, come testimoniato dai numerosi negozi, musei, dal teatro oltre che dalla stazione dell'autopostale, il vero snodo per l'ingresso nel mondo alpino dei Grigioni. 



COSA VEDERE COIRA -Con il monte Brambrüesch la città dispone di un proprio comprensorio per le attività sportive invernali ed estive. In estate, Coira è il punto di partenza per escursioni e visite ai vigneti del territorio dei Grigioni. Coira è la porta d’accesso ai monti dei Grigioni: da qui è possibile raggiungere in meno di un’ora ben 26 località di villeggiatura e centri termali.

Tante attrattive da non perdere!

L’importante città episcopale è allo stesso tempo il centro della Svizzera retoromancia ed è la città più antica della Confederazione. Gli ospiti scoprono le attrattive di Coira nel corso di una passeggiata nel centro città dove le auto non possono circolare. Vale la pena di vedere soprattutto il castello vescovile, la cattedrale a tre navate di Sankt Mariä Himmelfahrt e gli edifici in ottimo stato di conservazione della "collezione” del centro storico di Coira. Grazie all’appellativo "capoluogo dei Grigioni”, i visitatori possono approfondire la cultura dell’arte alpina con tre centri ad hoc: i musei cantonali. Così non dovete assolutamente mancare di visitare il Bündner Kunstmuseum, cioè il Museo di Belle Arti dei Grigioni, con significative opere di Alberto Giacometti, Giovanni Segantini ed Ernst Ludwig Kirchner!



Un altro locale che merita assolutamente di essere visto è il Giger Bar, progettato da H.R. Giger, creatore di Alien e vincitore dell’Oscar.

Un benvenuto ai patiti dello shopping!
Coira attira i patiti dello shopping, poiché con i suoi più di 500 negozi è il più grande centro commerciale tra Zurigo e Milano. Il centro storico pedonale e gli stretti vicoli invitano a dedicarsi agli acquisti con la massima tranquillità. Siete alla ricerca degli apprezzati souvenir svizzeri? Sulla City Guide trovate i consigli migliori. Inoltre, qui trovate anche dettagliate informazioni sui più di 130 ristoranti che fanno di Coira la città che dispone di una delle reti più fitte di punti di ristoro. Non c’è quindi da stupirsi che i 35'000 abitanti di Coira amino uscire e festeggiare. In fatto di vita notturna, il Welschdörfli è il quartiere che vanta la migliore offerta del Paese.


Articolo letto: 159 volte
Categorie: , Luoghi da visitare


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook