COSA VEDERE AOSTA - Quali sono i posti da visitare a Aosta? Qui puoi trovare una guida di Aosta e molte informazioni utili: ristoranti, hotel, attrazioni, interessanti monumenti da visitare a Aosta.

Aosta
16:30 del 10/04/2017
Scritto da Carmine

COSA VEDERE AOSTA - Quali sono i posti da visitare a Aosta? Qui puoi trovare una guida di Aosta e molte informazioni utili: ristoranti, hotel, attrazioni, interessanti monumenti da visitare a Aosta.

COSA VEDERE AOSTA - Così vedeva Aosta un famoso scrittore e giornalista del Novecento, Giovanni Arpino.

«Si arriva ad Aosta abbandonando le nebbie, i veli soffici e sospesi della pianura di Torino: quell'angolo che sutura le Alpi occidentali con le centrali è un mondo a sé, per molti versi intatto e pudico, consapevole ed efficiente … Benché industrializzata, con quartieri nuovi, con le case che ormai scendono fino alle sponde del fiume Dora, la città è soprattutto viva dove risulta "vecchia", anche se tante sue viuzze hanno perduto l'aspro acciottolato d'un tempo».

Prodotti tipici, oggettistica natalizia, abbigliamento, artigianato in legno e molto altro sono lì che vi aspettano per essere ammirati, provati, regalati.

COSA VEDERE AOSTA - Il tutto reso ancora più magico dalle Vestigia Romane che fanno da contorno e completano quella piacevole sensazione di essere sospesi nel tempo.

Mica male la visuale delle Alpi innevate attraverso il Teatro Romano, vero?


Se poi ci mette lo zampino pure la notte, allora mi tocca proprio sentirmi romantico!

Non finisce qui…

Facendo quattro passi per le vie del centro, in un’area pedonale enorme (il mio contapassi è impazzito!), gremita di negozi, ristoranti e localini, si ha modo di incontrare le innumerevoli testimonianze romaniche della città, come il Complesso di Sant’Orso, formato dai resti della Basilica paleocristiana di San Lorenzo con la sua cripta, l’adiacente chiostro istoriato romanico e la chiesa Collegiata.

Bellissima la facciata rinascimentale della Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Giovanni Battista, curiosamente racchiusa all’interno di un’ulteriore facciata neoclassica di realizzazione successiva.

L’atmosfera natalizia torna appena si passa da Piazza Émile Chanoux, la piazza principale. Centro nevralgico durante il giorno, lascia spazio alla tranquillità e al silenzio al calar della notte, mantenendo in orgogliosa esposizione i suoi simboli principali, dal Municipio neoclassico all’Hotel des Etats, dal monumento al soldato valdostano al Caffè Nazionale, locale storico di metà Ottocento posto sui resti del Convento di San Francesco.


Potreste anche imbattervi, lì vicino, in uno spazio attrezzato per i bimbi, che più di un‘area giochi sembra un parco incantato.

Se ancora non vi bastasse è sufficiente allontanarsi di pochi chilometri dal centro di Aosta per inoltrarsi nelle valli che la circondano e vedere una delle innumerevoli testimonianze medioevali che, se siete come me, vi faranno impazzire per il loro stato di conservazione e per l’attenzione posta da chi li amministra nel renderli fruibili ai visitatori.

Che ne dite del Castello di Fènis, con le sue molteplici torri di tutte le fattezze, da quelle quadrate e tozze a quelle circolari e slanciate, con il suo chiostro interno dalle forme davvero particolari?

Entrate al grido di “Ne resterà soltanto uno!”, al galoppo sul vostro destriero, brandendo la spada al cielo (ehm…telefonate però prima per prenotare la visita guidata: non sarete soli e rischiate di non poter essere ricevuti a corte).


Articolo letto: 189 volte
Categorie: , Luoghi da visitare


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook