Cosa vedere a Messina - Messina è la porta della Sicilia. Antica e nobile, posta sulla punta nord-orientale dell’isola e sormontata dai monti Peloritani, Messina ha da sempre ricoperto il ruolo di crocevia per la Sicilia

Messina
18:30 del 22/12/2016
Scritto da Luca

Cosa vedere a Messina - Messina è la porta della Sicilia. Antica e nobile, posta sulla punta nord-orientale dell’isola e sormontata dai monti Peloritani, Messina ha da sempre ricoperto il ruolo di crocevia per la Sicilia. Le genti, le merci, le opere e i pensieri sono da sempre transitati da qui prima di giungere in qualsiasi altra parte della Sicilia.

Cosa vedere a Messina - Strategica e desiderata è stata per molto tempo oggetto di contesa tra le popolazioni più potenti dell’antichità. Luogo di arte e di cultura,  la città ha dato i natali ad uno degli artisti italiani più apprezzati nel campo della pittura: Antonio di Giovanni di Antonio, più famoso come Antonello da Messina.

Cosa vedere a Messina - Il tragico terremoto del 1908 ne ha inevitabilmente modificato il suo aspetto cittadino, ricostruito secondo principi urbanistici del Novecento. Durante la seconda guerra mondiale inoltre, Messina fu la città italiana che registrò il maggior numero di danni a causa dei bombardamenti alleati.

Messina. Prima tappa per chi vi giunge dallo stretto, si respira qui tutta l’atmosfera di Sicilia.


Situata nella parte nord-orientale della Sicilia, Messina è separata dal continente da una striscia di mare di 5 km denominata Stretto di Messina.

La città, chiamata “porta della Sicilia” è tappa obbligata per il traffico automobilistico diretto dal continente all’isola e viceversa


La fitta rete di traghetti che fa la spola tra l’Italia peninsulare e la Sicilia viene accolta dal primo monumento cittadino, la statua in bronzo dorato della Madonna della Lettera, Patrona della città, che fa sfoggio di se dal Forte del Santissimo Salvatore all’imbocco di uno tra i maggiori porti d’Italia.

Città di grande pregio logistico nel corso dei secoli è divenuta una tre le più importanti del mediterraneo, la storia tragica degli ultimi secoli è però stata caratterizzata da grandi calamità naturali, ultima il maremoto del 1908, e da bombardamenti intensi durante i conflitti mondiali, eventi tragici che hanno cancellato in parte i segni del glorioso passato.

La città dallo stile moderno conserva però alcuni siti di interesse storico sottratti alla distruzione, molto bello il centro antico dove sorge l’elegante Duomo costruito in marmi policromi e pietra,nella piazza dello stesso si può ammirare la prima di una folta schiera di fontane incastonate nella città, la Fontana dell’Orione;



un’altra celebre fontana, la Fontana di Nettuno di fronte al Palazzo della Prefettura, regala l’immagine del dio che incatena Scilla e Cariddi conquistando il dominio del mare dello Stretto.

Il suolo cittadino conserva una mole significativa di Edifici di pregio come Palazzo Tremi, caratterizzato da elementi decorativi affrescati sulla facciata, la storica Università restaurata all’inizio del XX secolo; altri edifici di pregio, Chiese e i monumenti suggestivi spiccano nella Messina divisa tra il tenace passato e la modernità.


Articolo letto: 25 volte
Categorie: , Cultura, Luoghi da visitare, Viaggi


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook