COSA VEDERE A BOLOGNA - Un itinerario di due giorni a Bologna  deve essere un itinerario il più possibile ben congeniato così da cercare di vedere quante più cose possibile delle tante cose da vedere a Bologna

Bologna
16:00 del 13/02/2017
Scritto da Gregorio

COSA VEDERE A BOLOGNA - Un itinerario di due giorni a Bologna  deve essere un itinerario il più possibile ben congeniato così da cercare di vedere quante più cose possibile delle tante cose da vedere a Bologna

COSA VEDERE A BOLOGNA - Una città come "la dotta, la grassa, la rossa" ha infatti moltissimo da offrire a chi la visita e senza un piano chiaro in testa è facile tornare a casa con la sensazione di non aver sfruttato al massimo il proprio weekend a Bologna

COSA VEDERE A BOLOGNA - Iniziamo il nostro tour dalla stazione, per poi dirigerci verso Piazza Maggiore. È possibile raggiungere con molta semplicità la piazza servendosi di un bus oppure anche a piedi, attraversando i magnifici portici. Qui si troverà la basilica di San Petronio, e la celebre fontana del Nettuno, opera del Giambologna. Entrando nel Duomo si possono visitare le caratteristiche cappelle affrescate e il museo con oreficerie e codici miniati.


Uscendo dalla Basilica di San Petronio e dirigendoci alla Chiesa di Santa Maria della Vita, in via delle Clavature, questa si trova proprio sulla destra della basilicae quindi non sarà difficile trovarla, è possibile ammirare il bellissimo gruppo scultoreo del Compianto sul Cristo morto, realizzato da Niccolò dell'Arca, considerata una delle opere più importanti della storia dell'arte.

Da Piazza Maggiore, si può andare subito a vedere le magnifiche torri della città, entrambe pendenti e conosciute meglio come Torre della Garisenda, citata da Dante nella Divina Commedia, e la Torre degli Asinelli, utilizzata come luogo di avvistamento nella seconda guerra mondiale.



Inizialmente sembra che la città avesse più di 180 torri, di cui la maggior parte sono state abbattute o sono crollate nel corso dei secoli.

Non si può fare a meno di andare a vedere l'Archiginnasio, uno dei palazzi più significativi della città che fu sede dell'antica università, dal 1563 al 1803. All'interno, spicca per la sua belezza, il complesso araldico murale che è composto da 600 stemmi studenteschi. Il teatro anatomico, una sala risalente al 1637 dedicata allo studio dell'anatomia, a forma di anfiteatro è costruita in legno d'abete e decorata con statue di illustri medici, dal 1838 è sede della biblioteca comunale.

L università, l'accademia delle belle arti e il conservatorio Giovanni Battista Martini sono centri molto famosi riservati fin dai tempi antichi ai vari tipi di studio e cultura per tutti i giovani studenti. Per ultimo si possono visitare i musei, che di certo non mancano nella città di Bologna, che ne possiede 43 ma tra i più importanti vi è: Il Museo Civico Archeologico, la Pinacoteca nazionale e il Museo Palazzo Boggi.


Articolo letto: 362 volte
Categorie: , Luoghi da visitare


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook