LA VERITA' DIETRO LA MOZZARELLA DI BUFALA - La mozzarella di bufala non è ciò che sembra, non è il prodotto naturale realizzato dal latte delle bufale che vivono felici con i loro bufalini, ma un prodotto Made in Italy frutto del maltrattamento degli animali costretti a vivere tra feci e cadaveri.

Napoli
08:20 del 30/10/2019
Scritto da Gregorio

LA VERITA' DIETRO LA MOZZARELLA DI BUFALA - La mozzarella di bufala non è ciò che sembra, non è il prodotto naturale realizzato dal latte delle bufale che vivono felici con i loro bufalini, ma un prodotto Made in Italy frutto del maltrattamento degli animali costretti a vivere tra feci e cadaveri. Questo è quanto si evince dalla nuova inchiesta di Animal Equality, “Una bufala tutta italiana”, che mostra il dietro le quinte della produzione della mozzarella di bufala in alcuni allevamenti della Campania e del nord Italia. Vediamo insieme cosa c’è da sapere e cosa stiamo realmente mangiando.
LA VERITA' DIETRO LA MOZZARELLA DI BUFALA - Animal Equality ci racconta attraverso immagini strazianti ciò che avviene all’interno di alcuni allevamenti di bufale utilizzate per il latte che diventerà mozzarella di bufala. Ciò che possiamo vedere dall’investigazione, che include anche alcuni video concessi da Vier Pfoten International, sono animali morti e abbandonati vicino ad altri vivi, cadaveri coperti di feci e fango, bufale obbligate a vivere in condizioni inadeguate per il loro benessere con le zampe immerse fino alle ginocchia nelle feci e nel fango.


LA VERITA' DIETRO LA MOZZARELLA DI BUFALA - Da questi animali, che sono più di un milione e mezzo nel nostro Paese ogni anno e che vivono in queste condizioni igienico-sanitarie non a norma, nasce uno dei prodotti del Made in Italy di cui ci vantiamo di più: la mozzarella di bufala.
Inoltre, i nostri investigatori hanno potuto documentare le condizioni fatiscenti dell’allevamento e il trattamento non a norma dal punto di vista veterinario e igienico-sanitario: si vedono infatti operatori non autorizzati che, senza alcune supervisione veterinaria e precauzioni igieniche, somministrano farmaci agli animali.

Come se non bastasse, dalle immagini emergono anche le brutalità a cui sono costretti i bufalini maschi, considerati sono uno scarto da parte di questa industria, che – per questo motivo – li sopprime spesso in maniera illegale, abbandonandoli a morire di fame e di sete dopo averli strappati alla madre.

L’impatto ambientale devastante degli allevamenti

Anche nel caso della mozzarella di bufala parliamo di un prodotto che ha un impatto ambientale molto forte sul territorio circostante, con casi di sversamenti direttamente in laghi e nel mare. Grazie alle immagini dell’ex parlamentare Paolo Bernini infatti, abbiamo potuto documentare sversamenti illegali di liquami nella provincia di Napoli e Caserta, frutto di indagini che ha condotto tra il 2013 e il 2018.

Le cronache ancora oggi raccontano di questi smaltimenti, in un territorio già devastato dai rifiuti e dai roghi illegali, ma ulteriormente messo in pericolo da queste pratiche contro la legge. Nel video infatti si vedono veri e propri ruscelli di liquami che finiscono nei campi, nei terreni circostanti, e quindi nella falda. Liquami ovviamente non trattati e quindi dall’alta carica batterica.

RIFERIMENTI E IMMAGINI QUI


Articolo letto: 698 volte
Categorie: , Denunce, Salute, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook