Cosa accade alle donne quando guardano un porno? La ricerca era finalizzata ad analizzare gli “effetti tossici” del sesso virtuale su giovani italiani di 18-20 anni.

Torino
14:00 del 18/05/2015
Scritto da Gerardo

In questi giorni si stanno diffondendo i dati di uno studio portato avanti dal Dott. Carlo Foresta e recentemente pubblicati sulla rivista americana International Journal of Adolescent Medicin Health. La ricerca era finalizzata ad analizzare gli “effetti tossici” del sesso virtuale su giovani italiani di 18-20 anni. È emerso che il 78% dei giovani è un fruitore abituale di siti porno e l’abitudine al collegamento web varia da qualche volta al mese (29%) a più volte a settimana (63%), ogni giorno o più volte al giorno (8%), con una permanenza nei siti in media di 20-30 minuti. Per il 10% la frequentazione di questi siti porno si è trasformata in dipendenza. Le conseguenze patologiche dell’eccessiva masturbazione legata alla visione di scene pornografiche rivelano un’importante riduzione del Desiderio sessuale (16%), un aumento dell’eiaculazione precoce (4%) e deficit erettivo (4%).

Solitamente la pornografia e la pratica masturbatoria annessa è quasi sempre attribuita all’universo maschile, soprattutto in passato quando ci si camuffava per entrare nelle sale a luci rosse o per comprare riviste porno in edicole specializzate. Internet ha sicuramente cambiato il modo di consumare la pornografia e oggi anche le donne con un click, possono visionare scene porno, acquistare dvd hard su siti specializzati e anche acquistare gadget erotici. Alcuni esperti affermano che il porno per le donne abbia un senso diverso: non sarebbe un’esperienza privata finalizzata alla pratica autoerotica come per gli uomini ma sarebbe solo un preludio all’incontro sessuale con il proprio partner o un modo per imparare nuove tecniche. Laura Rivolta, sessuologa clinica spiega: “Alcune lo fanno per compensare la solitudine, in attesa che arrivi l’uomo giusto, altre cercano ispirazione per sedurre o rinvigorire il rapporto con il partner. In generale, le donne si avvicinano al mondo dell’hard per trovare nuovi spunti e per stimolare la propria fantasia erotica. Un sorta di corso online […] Ma, come gli uomini, alcune ricorrono alla pornografia in modo compulsivo, sviluppando così una vera e propria dipendenza».

Ciò a significare che mentre per la donna la pornografia è legata alla curiosità, alla conoscenza ludica e fonte di ispirazione, per l’uomo si ridurrebbe tutto alla mera masturbazione compulsiva. In realtà, come riportato da un articolo pubblicato su Psychology Today: una donna su quattro guarda film porno. È sicuramente una percentuale più bassa rispetto agli uomini ma comunque degna di nota. E non solo: una ricerca europea sul consumo di pornografia su Internet ha recentemente rivelato che uomini e donne digitano, più o meno con la stessa frequenza, la parola “sex” o “porn” e che molte donne che ricorrono alla pornografia con modalità compulsive sviluppano una sorta di dipendenza pari a quella maschile. Questo è confermato anche da uno studio della Duisburg-Essen University in GerMania, pubblicato sulla rivista Cyberpsychology, Behavior and Social Networking per cui il 17% delle donne si definisce “dipendente” dal porno online.

Un altro dato importante ci giunge dal Regno Unito. Come rivela Quit Porn Addiction, portale di counselling per chi abusa patologicamente di materiale hard: tra gli utenti che si rivolgono al servizio, la quota rosa è di uno su tre e questo dato è in crescita come spiega il fondatore, Jason Dean, «ci arrivano tante richieste al femminile e la soglia d’età si è abbassata». Il target è sfaccettato e la compulsione femminile, secondo quanto riferito, ha deragliato su binari atipici: «Prima le donne cercavano le chat-room dove si interagiva» sottolinea lo specialista. «Ora guardano i porno hardcore proprio come gli uomini». Anche in Italia, nonostante non ci siano studi o ricerche di approfondimento, stanno emergendo i primi segnali. Lo conferma Giuseppe Lavenia, docente all’Università di Chieti: «La porno-dipendenza femminile» sostiene lo psicologo, «è in crescita del 10-15%». Dunque per qualcuna un diversivo e basta, per altre una passione morbosa che può trasformarsi in una “droga”.

Un’altra caratteristica che culturalmente contraddistingue i due universi maschili e femminili rispetto al porno, è la falsa credenza data dalla scelta delle tipologie di pellicole pornografiche tra i due sessi. Si tende a credere che le donne siano stimolate maggiormente da una pornografia che prevede una storia, una commedia con dettagli, sfumature e significati dunque una complessità di dinamiche e di situazioni. Mentre gli uomini tendono a privilegiare immagini fisse, statiche perché nel loro percorso di eccitazione sono più sensibili al solo canale visivo.

Ma le donne per eccitarsi hanno davvero bisogno di tutti questi stimoli? No! In realtà le donne sono in grado di avere orgasmi in ogni situazione, anche solo col pensiero, attraverso l’esercizio fisico o davanti a immagini porno eterosessuali e omosessuali. Uno studio del 2008 condotto dal ricercatore Meredith Chivers, ha misurato il flusso di sangue e la lubrificazione nella Vagina mentre venivano mostrate immagini pornografiche sia etero che omosessuali e accoppiamenti di scimmie. È risultato che l’eccitazione femminile risultava presente in tutti i casi, scimmie comprese. Lo stesso identico esperimento fatto sugli uomini etero ha dimostrato che si eccitano solo davanti alle donne anche al solo stimolo di una donna sullo schermo senza vestiti. Dunque le donne rispondono a più stimoli di quanto si possa pensare ed è falso credere che abbiano bisogno di coinvolgimento emotivo per eccitarsi.

Concludendo: entrambi i sessi sono a rischio dipendenza da pornografia; per entrambi l’abuso della pornografia e l’incremento dell’autoerotismo e del piacere solitario a scapito della dimensione relazionale e condivisa, comporta disfunzioni della sfera sessuale. Per l’uomo il problema si presenterà quando deciderà di spegnere il pc e scendere in campo. La donna in ogni modo, può pur sempre fingere.


Articolo letto: 1305 volte
Categorie: Sesso


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Sesso - Porno - Pornografia - Amore - passione -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook