Decisione shock appena giunta dalla corte europea: i leggings sono stati dichiarati illegali e quindi vietati.Secondo il deputato Orton Randy, autore della legge, “sarebbero osceni e di cattivo gusto, oltre che offensivi per il buon vivere comune”.

Torino
08:20 del 22/06/2016
Scritto da Sasha

Decisione shock appena giunta dalla corte europea: i leggings sono stati dichiarati illegali e quindi vietati.Secondo il deputato Orton Randy, autore della legge, “sarebbero osceni e di cattivo gusto, oltre che offensivi per il buon vivere comune”.

Da tempo si discuteva di un tale provvedimento che potesse regolare la pratica tanto diffusa di indossare i leggings anche oltre le attività sportive. Il giornalista Andrea Screzi ha detto: “Bene così, sono stufo di vedere cosce straripanti in bella mostra, costrette in questi leggings. Ma insomma, abbiamo tanti altri capi di vestiario ben più adatti alle uscite pubbliche e alla vita di tutti i giorni, non capisco perché spingersi oltre in questo modo. Troppo spesso vedo ragazzine uscire con queste gonne cortissime, il sedere in bella vista e le gambe coperte dai leggings aderenti al corpo. Trascendo sul dettaglio fisico, non mi va di scatenare polemiche sui canoni estetici, dico solo che, oggi, andrebbe forse recuperato il senso del pudore oltre che della correttezza su certe cose. A volte si tende un po’ troppo ad esagerare con queste novità”.


Ma c’è anche chi non ci sta come Maria Fappo, presidente del gruppo “Scosciate” che dice che farà battaglia contro questa legge: “Anni di battaglie di emancipazione e non possiamo nemmeno vestirci come ci pare? Non ci sto”. I leggings potranno continuare a essere usati nelle palestre e quindi per praticare attività sportiva nei luoghi preposti. Per strada, invece, si rischieranno multe dai 100 ai 300 euro, multe che potranno essere fatte dai vigili stessi.

Aderenti, forse troppo. Nello stato americano del Montana i leggings potrebbero presto diventare illegali. Il repubblicano David Moore ha proposto una legge, la table House Bill 365, che vorrebbe metterli al bando in quanto abbigliamento "indecente", da non indossare in luogo pubblico. Chiamati all'estero anche "yoga pants" perché usati dalle donne per fare yoga o ginnastica, i pantaloni metterebbero troppo in evidenza il lato b. Se passerà, la legge potrà interessare anche altri indumenti che mettono in bella mostra il seno o altre parti del corpo provocanti.

Per chi non vuole rinunciare alla comodità e pensa di mettere i leggins in ogni caso, la legge prevede anche il carcere. Anzi, nel caso in cui una persona fosse punita per aver indossato abbigliamento indecente per tre volte rischierebbe l'ergastolo e una multa di 10.000 dollari. Un'esagerazione? Secondo Moore, è una necessità e con lui concorda anche la Commissione legislativa dello Stato che ha approvato all'unanimità il decreto.

La legge 365 è stata redatta dopo lo scandalo del flash mob "Bare as you dare", in cui persone completamente nude guidavano una bicicletta nella città di Missoula. L'evento, che aveva come scopo quello di celebrare il corpo insieme al diritto dei ciclisti di usare le strade pubbliche, non è piaciuto né ai cittadini né ai legislatori che sono subito corsi ai ripari.


Bufala del webQuesta notizia è una bufala del web. Italiano Sveglia!!

Articolo letto: 1592 volte
Categorie: Bufale, Politica


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook