Il tecnico degli Azzurri aveva assicurato di essere pronto a cambiare pagina, ma in realtà è ripartito esattamente da dove aveva finito Prandelli

Firenze
09:05 del 12/11/2014
Scritto da Albertone

Ma cosa ce ne facciamo di Mario Balotelli in Nazionale? Qualcuno è ancora in grado di spiegarlo? Dopo aver disputato un Mondiale a dir poco ridicolo, dopo essersene andato dal Milan perché cacciato dal suo presidente e dopo essere stato preso a male parole persino dai suoi compagni di spogliatoio, ma cosa bisogna che faccia ancora Super Mario perché i ct della Nazionale si decidano a non convocarlo più?

Che pessima figura ha fatto Antonio Conte, un allenatore su cui grava peraltro il sospetto di aver aggiustato delle partite nel corso della sua prima parte di carriera da allenatore. Aveva promesso una ventata di freschezza, in realtà ci tocca ripartire dall’usato! Certo, vedere gente come Pellé e Soriano in Nazionale qualche sospetto lo aveva fatto venire, ma pensare che il momento di Balotelli arrivasse così presto era davvero difficile da immaginare. A Liverpool sta giocando ben al di sotto della sufficienza, in Italia non lo rimpiange nessuno e all’estero non c’è club che abbia chiamato Mino Raiola per avere informazioni sul suo giocatore. Se l’è portato a casa il Liverpool ma il popolo dei Reds finora lo ha più che altro fischiato.

E adesso ci tocca rivederlo con indosso l’azzurro, magari già titolare nella partita di sabato contro la Croazia? Gara, peraltro, in programma proprio a San Siro, dove è calcisticamente cresciuto nell’Inter prima di riciclarsi nel Milan. Una volta la Nazionale era una cosa seria, Mazzola e Rivera duellavano ad armi pari per una maglia da titolare, contendendosela a suon di lavoro, di fatica e di giocate strabilianti. Balotelli si è conquistato il posto fisso in attacco e persino il ruolo di leader in squadra senza aver vinto nulla e avendo conquistato le pagine dei giornali più per le sue fidanzate e le mattanze che per altro.

Cosa gli diranno Gigi Buffon e Daniele De Rossi quando lo rivedranno tornare in spogliatoio dopo averlo apostrofato in malo modo alla fine del Mondiale? E siamo sicuri che un talento come Andrea Pirlo voglia giocare al fianco di Balotelli, col rischio di prendersi qualche insulto per un passaggio sbagliato? Ma chi lo vuole questo bad boy: vada a fare il cattivo ragazzo in Inghilterra, sempre che ben presto non lo caccino anche da là! È passato il tempo della promessa, Balotelli purtroppo non ha dimostrato nulla di quel talento che si diceva possedesse!

Ma anche Antonio Conte, forse preoccupato alla luce delle disastrose prestazioni della nostra Nazionale con Malta e Azerbaijan, doveva cadere così in basso? È arrivato con la nomea di allenatore di ferro, ha girato tutti gli stadi d’Italia per vedere i giocatori italiani emergenti, e poi si è comportato come un Prandelli qualunque? Il nostro ex allenatore lo abbiamo cacciato via a pedate nel sedere, ma Conte se si comporta così rischia di fare la stessa fine!


Articolo letto: 914 volte
Categorie: Calcio


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook