La tv ci ha abituati a considerare il rapporto tra madre e figlia come una relazione eccezionale. La figlia considera la mamma un’amica con cui confidarsi su tutto. E in quel tutto è compreso il sesso. Era il 2001 e nelle vite di molti entravano le ragazze Gilmore e il loro rapporto speciale madre-figlia. Può la realtà essere vicina a quella televisiva? Vediamo.

Cagliari
14:00 del 24/12/2016
Scritto da Luca

La tv ci ha abituati a considerare il rapporto tra madre e figlia come una relazione eccezionale. La figlia considera la mamma un’amica con cui confidarsi su tutto. E in quel tutto è compreso il sesso. Era il 2001 e nelle vite di molti entravano le ragazze Gilmore e il loro rapporto speciale madre-figlia. Può la realtà essere vicina a quella televisiva? Vediamo.

Uno studio, realizzato da un gruppo di ricercatori olandesi, afferma che le ragazze che hanno uno stretto legame con le loro madri ha perso la verginità più tardi rispetto la media. La ricerca, pubblicata su Greatist, si basa su un campione di circa 3000 donne intervistate. Il 44% di esse ha detto di avere un ottimo rapporto con la propria madre. Proprio queste hanno anche detto di aver fatto sesso dopo i 16 anni. Una mamma per amica docet. Rory ha perso la sua verginità al college.

Ci sono però alcune precisazioni da fare.

Il campione di persone che ha partecipato è molto ampio. Nella fattispecie, meno del 10% di chi ha partecipato e ha dichiarato di aver avuto rapporti, erano donne.

La psicoterapeuta Vanessa Marin ha dato una spiegazione in merito. «È importante per i genitori parlare di sesso con i loro figli e della sessualità durante ogni fase». Dunque, meglio un figlio preparato che avrà – si spera – una vita sessuale sana e serena. E chi può educarlo se non i propri genitori?

Tuttavia, spesso ci si vuole emancipare dalla sfera familiare. Gli adolescenti lo sanno bene. Voglio essere liberi. E l’emancipazione si esplica in tinte assurde di capelli, piercing vietati e fare sesso.
È chiaro che più è vicina la presenza di una madre più si allontana la vulnerabilità legata alla trasgressione. Perché, a differenza del padre, la madre impone e frena di più.

L’adolescente vede la mamma come figura che ostacola la propria autonomia.

E nel rapporto madre-figlia è percepita di più per via dell’identità di genere. Questo rende il loro rapporto più intimo.
Quindi, il legame a volte morboso con la madre può influire sulla vita sessuale? Sì. Ma nessun dramma.

Perché se è vero che i genitori danno importanza al sesso e lo presentano come una parte fondamentale nella vita dei propri figli, è vero pure che per loro è importante il diploma, un viaggio all’estero e la scelta del lavoro. Perciò, madri sì amate i propri figli, ma senza opprimerli troppo.

http://www.stile.it/2016/12/23/sesso-una-mamma-per-amica-docet-id-134945/


Articolo letto: 200 volte
Categorie: , Sesso


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook