Confederations:Prandelli nasconde Italia Sedute a porte chiuse per preparare la semifinale con la Spagna

Campobasso
05:00 del 26/06/2013
Scritto da Alessandra

In vista della partita decisiva contro la Spagna, gli Azzurri sostengono gli allenamenti in Brasile a porte chiuse per la prima volta in questa Confederation Cup. Il ct Cesare Prandelli ha infatti intrapreso la decisione di far svolgere ai nostri nazionali una doppia seduta di allenamento lontano da occhi indiscreti ad eccezione di stampa e fotografi che hanno potuto osservare qualcosa per un solo quarto d'ora. Ovviamente l'intenzione di Prandelli è chiara: non lasciar trapelare nulla su quelle che potranno essere le possibili soluzioni da adottare in campo contro i campioni d'Europa in carica.

Chi parte con spirito d'ottimismo in questa gara è sicuramente la Spagna, forte della presenza di tutti i giocatori più importanti e decisivi a differenza di noi italiani che andremo ad affrontare questa sfida senza una punta lì davanti fondamentale che porta il nome di Mario Balotelli. L'attaccante milanista, infatti, in seguito ad una distrazione muscolare, è stato costretto a fare le valigie e tornare in Italia dichiarando : " Mi sento un perdente ad andarmene così. Vorrei restare qui, ma c'è un preliminare di Champions e quindi mi devo curare". Oltre a Balotelli, anche Ignazio Abate è volato in Italia in seguito alla lussazione della spalla destra subita durante la partita contro il Brasile.

Sono molte, quindi, le problematiche che il ct Cesare Prandelli deve risolvere e purtroppo i numerosi infortuni che ci hanno accompagnati in questa Confederation hanno fatto la differenza in tutte le partite più importanti; in difesa, sulla fascia destra, il sostituto di Abate sarà con molta probabilità Maggio mentre il dubbio resta l'attacco: come muoversi? quale scelta offensiva mettere in atto? il Faraone Stepahn El Shaarawy è sicuramente una possibile carta da giocare anche se, nell'ultima gara, con il suo ingresso a partita iniziata non ha fatto molto la differenza a causa delle sue condizioni fisiche non al meglio; la carta Giaccherini , però, potrebbe essere la soluzione ottimale visto il suo ottimo rendimento in questa competizione e poi i restanti nomi sono quelli di Sebastian Giovinco e Alberto Gilardino. Il centrocampo azzurro, però, vede il ritorno in campo dello squalificato Daniele De Rossi  e sorride leggendo il nome di un altro grande assente nell'ultima partita ovvero Andrea Pirlo. Anche Riccardo Montolivo recupera dall'infortunio alla testa causato da una violenta pallonata subita sempre contro la Nazionale di Scolari, e quindi sarà di nuovo a disposizione della nostra Nazionale. 

I problemi, invece, non sembrano esserci in casa Spagna dove tutti sono carichi e dove non c'è nessun infortunio. A parlare è stato Iniesta,che a quanto pare non ha nessun timore degli Azzurri : "Non abbiamo mai avuto paura dell'Italia, meno che mai adesso". E' chiaro che la Spagna si sente forte, sapendo delle assenze importanti dei nostri Campioni più decisivi ma questo non deve scoraggiarci; il destino ci ha messi nuovamente di fronte agli spagnoli e si prospetta una bella semifinale. Per noi il desiderio di rivincita è forte, e allora lottiamo come noi sappiamo fare, mettendoci impegno e cuore poichè nel calcio la palla è rotonda per cui mai dire mai, e poi un pizzico di fortuna, magari, perchè no? 


Articolo letto: 1142 volte
Categorie: Calcio


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Alessandra

26/06/2013 18:17:24
Concordo con te Marco, la difesa preoccupa più che mai e l'attacco ci vede privi del nostro fuoriclasse. Io mi auguro si punti su El Shaarawy anche perchè non credo che Gilardino possa colmare un'assenza pesante come quella di SuperMario. Speriamo bene ma è davvero dura, serve anche e soprattutto fortuna
0

Marco

26/06/2013 15:43:08
Certamente non partiamo favoriti. L'infortunio di Balotelli ci penalizza molto, in attacco è l'unico fuoriclasse della squadra. Ma quello che mi preoccupa di più è senza dubbio la difesa. Fin ad ora ha preso troppi gol, ben 8 gol in tre partite, se dietro non si trova la quadratura allora battere la Spagna sarà praticamente impossibile.
0

Albertone

26/06/2013 15:28:21
Più che nascondersi, servirebbe uscire allo scoperto ed ammettere che la nostra Nazionale ha dei punti deboli pressoché irrisolvibili. Nulla come la schiettezza verrebbe apprezzata dai tifosi italiani che hanno saputo appassionarsi anche ad una manifestazione totalmente rivedibili. L'amore per il calcio è senza limiti, Prandelli si adegui e mantenga alto l'onore degli Azzurri.
0

Carmine

26/06/2013 12:57:08
Gilardino sa giocare spalle alla porta, non è un giocatore che scopriamo oggi. però a causa di due situazione fortunate ha partecipato a questa confederations cup: la prima l'esclusione di Osvaldo e la seconda l'infortunio di Pazzini altrimenti sarebbe rimasto a casa.bisogna, comunque, prima di tutto non prenderle e poi magari provare a colpirli
0

Matteo

26/06/2013 12:05:07
Sarà sicuramente un'impresa, però c'è un però: l'anno scorso abbiamo un po' sottovalutato in finale la Spagna, mentre quest'anno non abbiamo quasi nulla da perdere e forse ci farà giocare con meno pressione. Occhio poi a Gilardino che non è così scarso come si legge sui giornali dato che li davanti e' quello con più esperienza..
0

Gerardo

26/06/2013 09:43:00
La vedo davvero dura. La Spagna dimostra di essere in una condizione smagliante e il fatto che contro la Nigeria sia stata poco brillante e che abbia vinto per tre a zero non mi tranquillizza affatto. Spero nell'abilità tattica di Cesare Prandelli. Peccato che Balotelli non ci sia, era desideroso di una rivincita contro gli spagnoli dopo il k.o. di 4-0 in finale europea l'anno scorso!
0

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook