Confederations: Giappone-Messico 1-2 Doppietta di 'Chicharito' Hernandez, che sbaglia anche un rigore

BRASILE
16:00 del 24/06/2013
Scritto da Carmine

Il Messico ha battuto 2-1 il Giappone nell'ultima gara del Girone A della Confederations Cup. La squadra di Zaccheroni, dunque, non è riuscita ad ottenere nemmeno un punto nelle tre partite disputate, nonostante a tratti abbia espresso un buon calcio. Proverà a rifarsi direttamente ai Mondiali visto che proprio il Giappone è l'unica nazionale ad aver giò ottenuto la qualificazione per la coppa del Mondo insieme, ovviamente, al Brasile che, però, in quanto paese ospitante, è passato direttamente alla fase finale.

Il Messico, invece, ha approfittato della giornata di grazia di Hernandez, grande protagonista dell'incontro con due reti ed anche un penalty sbagliato. Per i nipponici a nulla è valso il gol di Okazaki che è servito solamente a rendere meno pesante il passivo.

Pochi cambi di formazione per i due tecnici rispetto alle gare precedenti. Zaccheroni punta sempre sul trio di trequartisti formato da Kagawa-Honda-Okazaki alle spalle dell'unica punta Maeda, mentre in difesa inserisce Kurihara al posto di Yoshida. De La Torre, invece, schiera Giovani Dos Santos e Guardado alle spalle di Hernandez, tra i pali spazio ad Ochoa.

Il Giappone gioca un buon primo tempo, con un possesso palla superiore a quello messicano ma non riesce a trovare la via della rete. La prima occasione pericolosa è targata kagawa che, dopo un buon inserimento, conclude ma il portiere avversario riesce a respingere. Qualche minuto più tardi la squadra di Zaccheroni protesta per la mancata assegnazione di un gol; sul tiro di Endo, infatti, c'è la decisiva deviazione di Okazaki ma il collaboratore dell'arbitro segnala un dubbio fuorigioco. Il Messico si fa vedere solamente nel finale della prima frazione di gioco prima con Guardado che colpisce il palo e poi con Zavala che conclude dalla distanza trovando, però, la deviazione in angolo di Kawashima.

La squadra di De La Torre comincia alla grande anche il secondo tempo. Dopo otto minuti, infatti, arriva il gol di Hernandez. Il "chicharito", dopo un cross dalla corsia mancina di Guardado, prende il tempo al portiere nipponico e sigla la rete del vantaggio. La punta del Man Utd si scatena e trova, dodici minuti più tardi, anche il gol del raddoppio, sempre di testa ma stavolta su calcio d'angolo battuto da Giovani Dos Santos. Il Giappone va in tilt e rischia di capitolare definitivamente in due occasioni create dallo stesso Dos Santos, ma in entrambe le circostanze provvidenziali risultano gli interventi di Kawashima.

All'87' i nipponici accorciano le distanze con il solito Okazaki ma ormai è troppo tardi. C'è tempo solamente per assistere al rigore sbagliato da Hernandez, da lui stesso procurato. Il "chicharito" si fa parare il tiro dagli undici metri e sulla respinta colpisce incredibilmente la traversa; una piccola macchia in una gara, comunque, più che positiva dal punto di vista personale visto che sono stati i suoi gol a far pendere l'ago della bilancia dalla parte del Messico.


Video

Articolo letto: 1573 volte
Categorie: Calcio


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Carmine

25/06/2013 09:32:18
Il Giappone, unica squadra giù qualificata ai Mondiali, ha concluso il suo cammino on Confederations con 0 punti. Una classifica bugiarda perché avrebbero meritato qualcosa di più, soprattutto contro l'Italia. Il lavoro del tecnico italiano si è comunque visto. E' una buona squadra che potrà dare filo da torcere agli avversari anche ai mondiali
0

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook