Conchita Wurst, quando la voglia di ambizione supera la vergogna. Ecco il superospite di Sanremo pagato da noi italiani.

Venezia
10:49 del 13/02/2015
Scritto da Gerardo

Il paese si divide sulla questione della “donna barbuta”. Il Festival di Sanremo ci ha presentato come superospite (pagato da noi) un uomo vestito da donna Conchita Wurst, vincitore dell’Eurofestival nel 2014. In quell’occasione la cantante Emma Marrone, conduttrice oggi del festival, disse “Senza barba non avrebbe avuto alcuna chance”.

La confusione e la mancanza di valori spirituali/morali evidentemente la fa da padrona anche in chi pensa che questo sia progresso. Perché, questo, non lo è affatto e lo ha sostenuto anche il laicissimo psicoanalista di “Repubblica”, Massimo Recalcati, supervisione clinico presso l’Ospedale Sant’Orsola di Bologna. Pochi mesi fa scrisse infatti:«esaltano la donna barbuta come una figura della liberazione sessuale e della tolleranza nei confronti della diversità; esultano vedendo in Conchita Wurst una eroina del nostro tempo e il suo successo come il giusto riconoscimento di un altro modo di pensare e di vivere la differenza sessuale. Perché due soli sessi? Perché escludere la possibilità ancora inesplorate di forme multiple, anarchiche, erranti, della sessualità? Non sarebbe questa la legittima liberazione sessuale da secoli di oppressione clerico-fascista?».

Uno show sodomita, segno di decadenza spirituale e promozione della perversione sessuale. Il risultato di Eurovision ha mostrato ai sostenitori dell'integrazione europea il loro futuro europeo: una donna barbuta. E' la fine dell'Europa.  Questa pseudo-europa è un abominio indegno di vivere.

“Lo psicoanalista sa bene che nell’uso libertino della sessualità spesso si annida una difficoltà, a volte paralizzante, nei confronti del rischio che comporta l’incontro d’amore e sa altrettanto bene che la liberazione sessuale senza amore spesso degenera in una schiavitù compulsiva priva di soddisfazione. La sola liberazione sessuale degna di questo nome è quella che sa unire il corpo sessuale all’amore e che sa rispettare la diversità dell’Altro (etero o omosessuale che sia)»


Articolo letto: 2343 volte
Categorie: Cronaca, Cultura, Editoria


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensate di Conchita Wurst?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Simone

13/02/2015 11:12:31
I soldi degli italiani che la Rai e lo stato estorce a famiglie che non arrivano a fine mese per vedere questo? Semplicemente mi viene il vomito BASTSRDI! E’ carnevale, una volta gli uomini si vestivano da donna per far ridere e questo fa ridere e schifo allo stesso tempo.
6

Carmine

13/02/2015 11:12:19
Ma cos'è questa mania del politically correct che ormai riempie i media in tutti i sensi... la Wurst ha una gran voce senza dubbio ma è oscena... non si può guardare... basta ipocrisie... paese di beoti. Non fatevi ingannare dalle false ambizioni della società che vuole essere “libera sessualmente”. Questa è perversione bella e buona!
4

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook