Non tutte le persone sono estroverse e per questo motivo, in alcuni casi si trovano a dover affrontare dei veri e propri squilibri emotivi

Bari
07:45 del 21/01/2016
Scritto da Alberto

Non tutte le persone sono estroverse e per questo motivo, in alcuni casi si trovano a dover affrontare dei veri e propri squilibri emotivi. Proprio per questa ragione la timidezza con le ragazze è uno dei punti più dolenti che un ragazzo possa avere. Tranquilli perché saranno sufficienti alcuni consigli per eliminare questa sorte di paura.

Se vogliamo veramente superare la timidezza non ci resta che iniziare ad avere una maggiore fiducia in noi stessi. Così facendo avremo modo di migliorare la nostra vita. Nascondersi, non provare ad avere quello che realmente vogliamo o quant’altro influirà sul nostro percorso e ci potrebbe portare a soffrire di depressione e di conseguenza essere costretti a seguire una cura e di andare da uno psicologo per superarla.

Timidezza con le ragazze o timidezza sociale

La timidezza è un disagio che porta ad un malessere interiore, il quale va a determinare un cambiamento a livello corporale che, se non curato, si può tramutare in qualcosa di remissivo. Sentirsi a inadeguati in ogni situazione non ci aiuterà, dobbiamo capire che nessuno è perfetto. Indi per cui non serve evitare di stare a contatto con le altre persone solo perchè si ha paura di essere giudicati in mal modo. Questo è un atteggiamento deleterio che altera il nostro equilibrio interiore.

Esiste una soluzione a questo ‘status’?

Andando a toccare un punto particolare, come la seduzione, restare in disparte ci priverà di uscire e stare a contatto con le persone. Ormai oggi giorno sul web esistono moltissimi siti web di Incontri che ci consigliano alcune ragazze/i oppure si possono trovarne di altro genere, i quali ti consigliano di lasciare le mura di casa ed iniziare ad uscire per conoscerle. Non sono del tutto sbagliati, ma richiedono un cambiamento immediato nella persona. Prima di agire e andare alla ricerca della propria anima gemella o di una semplice persona che ci sia amica, dobbiamo fare in modo di aumentare la propria fiducia in se stessi oppure capire che la timidezza con le ragazze deve essere vinta.

Come? Iniziando a crearci degli obiettivi. E’ normale essere timidi, questa timidezza va a caratterizzare qualsiasi individuo di questo mondo. Alcuni individui riescono a far fronte a questo blocco tanto da riuscire a controllare la timidezza e non fargli prendere il sopravvento nelle situazioni. Cambiamo modo di vedere la timidezza sotto quattro diversi aspetti. Il primo sarebbe convincersi del fatto che non vi è nessuna cura per la timidezza, il secondo sarebbe seguire i consigli che ci vengono rivolti, il terzo effettuare degli esercizi per spazzar via la timidezza ed infine trovare una soluzione in tal proposito.

Accettiamola e rassegniamoci al fatto che la timidezza è qualcosa che fa parte di noi, anche se alcune volte ci causa dei problemi. Guardiamoci avanti ed immaginiamoci di vedere davanti a noi una corsa ad ostacoli: riusciremo ad arrivare al traguardo?

Timidezza con le ragazze: ecco 5 modi per superarla

Dobbiamo capire che le ragazze come i ragazzi non devono essere fonte di nessuna paura. Ci troviamo nel 21esimo secolo e dovremo saper individuare ciò che realmente incute timore come gli animali feroci, le guerre o quant’altro. Proprio per questo non ci resta che convincerci del fatto che le donne/uomini sono persone come altre e non mordono mica!

Tutto ciò che stiamo facendo è prendere in giro noi stessi, senza nemmeno rendercene conto. Le frasi “Mi mette in soggezione” o “Mi sento intimorito da quella persona”, rappresentano una balla in quanto tutto parte da noi. Infatti quello che stiamo facendo è auto-suggestionandoci o meglio convincerci che il vero problema c’è e quindi è normale essere intimoriti. Quando invece è solo frutto della nostra mente.

Ognuno di noi è bello nel momento in cui si prepara per uscire, ma se immaginassimo la persona che ci piace appena sveglia ancora avremo timore di rivolgergli la parola? La bellezza non deve di certo essere un qualcosa che ci deve bloccare, provare e buttarci non costa nulla. Nessuno è irraggiungibile, togliamoci l’idea che “una persona bella sia una meta difficile da raggiungere”.

Con costanza dobbiamo imparare a gestire al meglio le situazioni che per noi sembrano difficili. Piano piano ci renderemo conto che quel nostro ‘rifiutare’ diventerà qualcosa che passerà in un secondo piano. Il disagio che abbiamo scomparirà e non ostacolerà di più la nostra esistenza.

L’autostima che abbiamo di noi stessi deve crescere ed entrare a far parte di noi. Dobbiamo acquisire fiducia in ogni ambito e non focalizzarci su un solo punto.

Ognuno è riuscito sicuramente a superarla tanto che devono cercare di rendere noto questo loro successo per far capire, a chi vive in questo limbo, che riuscirà a cambiare questo suo modo di essere se solo lo desiderasse davvero.

Il timido non è altro che prigioniero di se stesso

Niente può considerarsi semplice. Infatti la persona timida si crea una sorte di paralisi tanto che evita ogni contatto con l’ambiente esterno e in più si ritiene di non essere all’altezza di ciò che gli altri ci richiedono. Non permettiamo a niente e nessuno di farci vivere anche le piccole quotidianità che la vita ha in riserbo per noi. Noi persone non veniamo al mondo per essere timidi: questo avviene in quanto le persone si impongono certi limiti oppure sente di non essere all’altezza di quello che richiede la società di oggi. Questo però succede solo se il timido disegna attorno a se una barriera oppure disegna degli schemi rigidi nella sua testa, convincendosi di non farsi del male così. Per questo motivo oltre che un difetto, la timidezza la si può considerare un pregio che aiuta ad esprimere con il solo linguaggio del corpo ciò che la voce non riesce a tirar fuori.

Tutto quello che dobbiamo evitare

Evitiamo di credere a cose come “non posso dire questo mio pensiero altrimenti mi giudicheranno” oppure “se penso questo mi criticheranno”. Una preoccupazione sbagliata visto che gli altri non ci guardano, più di quanto noi già facciamo di noi stessi. Un errore che ci porta a deteriorare la nostra vita se lasceremo fargli prendere il sopravvento.

Prevenire le situazioni può riuscire a bloccare la timidezza

Abbiamo il timore che la timidezza possa bussare alle porte in qualsiasi momento. All’inizio del nostro percorso quindi non dobbiamo far altro che immaginarci determinate situazioni e allo stesso tempo trovare le parole giuste per approcciarsi. Così da non rimanerne senza parole! Attenzione: potrebbe verificarsi però una situazione differente quindi questo potrebbe essere un’arma a doppio taglio per noi. Consiglio quindi di evitare di programmarsi le risposte. Può capitare che in alcuni casi non si debba per forza parlare. Nessuno ce lo obbliga per questo potremo decidere di rimanere in silenzio, ascolta quello che gli altri dicono e intervieni nel momento in cui lo si riterrà più opportuno. Facciamo in modo di non sentire i giudizi degli altri sul fatto che non siamo molto loquaci. Annulliamo quelle vocine attorno a noi e sferriamo il colpo quando loro avranno finito gli argomenti, sicuramente riusciremo ad acquisire dei punti a nostro favore sulla persona che ci piace. Le persone che ci circondano non sono poi così tanto diverse da noi, infatti, possono avere diversi squilibri che alterano la loro vita. Accettiamo le nostre imperfezioni e sfruttiamole nel momento opportuno: il nostro modo di tollerare e le nostre debolezze ci sembreranno migliori. Facciamo come Peter pan ed immaginiamoci di ritornare bambini.

Indi per cui non controlliamo le nostre reazioni, anche quelle di cui mai immaginavamo di avere. Impareremo a conoscerci più a fondo tanto da scoprire nuove cose di noi, le quali potranno essere tirate fuori quando ci troveremo davanti ad una situazione di blocco. Almeno una volta nella vita sarà capitato di sentirci a nostro agio ed aver lasciato a casa la nostra timidezza, quindi se ci dovesse prendere il panico dobbiamo solo far mente locale ed immaginare quella situazione. E l’ansia piano piano quasi scomparirà e il nostro battito ritornerà regolare. Parliamo tranquillamente con le persone che ci troviamo davanti e non pensiamo più a nulla se non che alla nostra felicità: la cosa più importante.


Articolo letto: 1618 volte
Categorie: Sesso


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Sesso - amore - timidezza - trasgressione -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook